“I campeggi non sono di Destra o di Sinistra. Sono di tutta Ladispoli”

0
927
urbanistica
Giovanni Ardita

Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita.

Confermo e sostengo che è deleterio questo comportamento a danno della collettività e degli esercizi  commerciali, non vedo nessun comportamento propositivo dei 5 stelle . Venissero nella commissione urbanistica a proporre delle soluzioni, a tutto dicono di NO. Mi dispiace,  un atteggiamento resistente  ad ostruire  la riapertura dei campeggi, fregandosene sia della ricaduta turistica ed economica che sta comportando l’assenza dei 3.000 campeggiatori per bar ristoranti attività commerciali e artigianali che dal centro della città alle vie limitrofe di via Roma, via Claudia e Piazza Domitilla, stanno chiudendo, e sicuramente per i 3 o 4 mesi estivi non potranno assumere i giovani che l’inverno studiano e con gli emolumenti  del lavoro stagionale alleggeriscono il reddito delle loro famiglie. Comunque, ben presto metteremo alla prova questi ecologisti e ambientalisti, appena la loro Raggi ci spedira’ la monnezza in provincia, chiederemo la loro collaborazione per difendere il territorio, adesso che loro avranno i ministri eletti al governo ci aiuteranno a migliorare i servizi dalla sanità ai trasporti e all’ambiente. Sicuramente, sarà più ardua l’impresa quando dovranno spiegare ai loro elettori perché ad ottobre hanno votato lo SPRAR per accogliere rifugiati e immigrati clandestini ed oggi hanno nominato con il nuovo Governo un ministro che a breve giro li vorrà cacciare a pedate nel loro paese. Il coraggio dobbiamo averlo nel dire che amore per la propria città questi grillini non ne hanno, i campeggi non sono di destra o di sinistra, sono una risorsa economica e turistica per tutta la città, grazie alla loro politica NO alla riapertura dei campeggi a Ladispoli, i commercianti e le famiglie di Ladispoli mangeranno pane e mortadella durante tutto il periodo estivo. Se le loro denunce bloccheranno l’iter conclusivo della Regione Lazio, non ci fermeremo, daremo vita ad una petizione popolare, interpellando tutte le realtà sociali, commerciali e turistiche del territorio e chiedendo ai cittadini ad alta voce “Firma per far riaprire i campeggi di Ladispoli”. Se non dovesse bastare tutto il lavoro svolto dagli uffici tecnici legali ed amministrativi del Comune di Ladispoli, non ci spaventa la sfida nella piazza dove chiameremo i cittadini ad esprimere il loro parere”.

Giovanni Ardita

Consigliere Comunale FDI

Ladispoli