Grando, attività commerciali: “chi sbaglia paga”

0
1053
Grando

Il sindaco:”tra le ragioni di un locale che mette a repentaglio la salute e la sicurezza delle persone e quelle dei cittadini che non riescono a vivere serenamente non ho alcun dubbio su quale sia la parte da tutelare”.

A seguito di alcuni spiacevoli episodi che si sono verificati negli ultimi giorni, in particolare durante le ore serali e notturne, mi sono trovato nuovamente nella condizione di contattare la Prefettura di Roma per richiedere un incremento delle Forze dell’ordine nella nostra città.

È infatti evidente che, con l’avvicinarsi della stagione estiva, in cui la nostra città vede aumentare in maniera esponenziale la presenza di visitatori e turisti, le Forze dell’ordine presenti a Ladispoli non sono numericamente sufficienti per pattugliare il territorio e garantire l’ordine e la sicurezza pubblica per tutto l’arco della giornata.
In attesa dell’apertura del nuovo Commissariato di Polizia, indipendentemente dalla problematica Covid, che comunque non è stata superata in maniera definitiva, abbiamo bisogno che lo Stato faccia sentire maggiormente la sua presenza, tutelando i cittadini rispettosi delle regole di civile convivenza e punendo severamente quelli che le regole le calpestano.

Laddove i titolari di un locale non sono in grado di selezionare la propria clientela e di fare un modo che gli avventori si comportino in maniera rispettosa del prossimo, verranno presi dei provvedimenti puntuali per limitare i disagi dei cittadini residenti.
Nelle prossime ore incontrerò una delegazione dei cittadini via del Mare che mi hanno contattato richiedendo provvedimenti risolutivi nei confronti di un noto locale, nei pressi del quale si verificano puntualmente episodi di vandalismo e di disturbo della quiete pubblica fino a tarda notte. Successivamente incontrerò anche i titolari dell’esercizio commerciale, ai quali farò presente che non è possibile andare avanti in questo modo e che sono necessari degli accorgimenti per migliorare rapidamente la situazione.

Nel frattempo rinnovo l’appello già fatto a tutti i gestori dei locali frequentati nelle ore serali prevalentemente dai giovani: molti problemi possono essere risolti semplicemente usando il buonsenso e magari sacrificando qualche euro di incasso ricavato dalla vendita di alcolici a persone che sono già in evidente stato di alterazione.
In questo caso a guadagnarci sarebbe tutta la città.
Il sindaco
Alessandro Grando