GLI ITALIANI E I LORO PET

0
61

L’Eurispes nel suo Studio annuale fotografa il rapporto degli italiani con i loro animali domestici. In quasi una casa su quattro ce n’è almeno uno. Amare un animale, commenta Carla Rocchi, presidente nazionale ENPA è anche un atto di generosità.

Nell’approfondito Rapporto Italia 2024 Eurispes, giunto quest’anno alla 36a edizione, distribuito in 6 capitoli, ognuno dei quali è illustrato attraverso 6 saggi e 60 schede fenomenologiche presentato nei giorni scorsi a Roma c’è spazio anche per i pet. Lo studio, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, fotografa un’Italia zoofila, in cui gli animali domestici sono sempre di più un vero e proprio membro della famiglia.

La presenza di animali da compagnia nelle nostre case è ormai consolidata. Gli amici a quattro zampe diventano a tutti gli effetti componenti del nucleo familiare, anche in termini di cura e accadimento, spiega l’Ente di ricerca politica, sociale ed economica. I pet vengono soprattutto salvati dalla strada o scelti in un canile/gattile.

L’amore per gli animali è comunque generalizzato – afferma la 36° edizione – perché gli italiani continuano a dire “no” alla vivisezione (76,6%), alla caccia (72,9%), alla produzione e all’uso delle pellicce (78,3%) e all’utilizzo degli animali nei circhi (78,1%).  In quasi una casa su quattro in Italia – afferma il Rapporto – troviamo almeno un animale da compagnia (37,3%; +4,6% rispetto al 2023). Poco più di 4 italiani su 10 che accolgono un animale possiede un cane (41,8%) e quasi 4 su 10 un gatto (37,7%). Il 20,3% di chi ha con sé un animale spende meno di 30 euro al mese per la sua cura e il mantenimento. Circa il 60% degli italiani, invece, spende fra i 30 euro e i 100 euro al mese. Dal 2015 a oggi è sensibilmente diminuita la percentuale di chi riesce a spendere meno di 30 euro al mese e dai 30 ai 50 euro.

I pet sono salvati soprattutto dalla strada o scelti in un canile/gattile/simili (39,7%), ma in un caso su quattro (25%) si è trattato di un acquisto in negozio o allevamento, mentre in uno su cinque di un regalo (20,8%). Emerge anche come la congiuntura economica condizioni negativamente il rapporto con gli animali domestici. Infatti, come riporta lo studio, il 14% dei proprietari ha pensato di dare in affido il suo amico a quattro zampe a causa di difficoltà economiche ma di non averlo fatto, mentre il 7,1% ha dovuto prendere questa decisione e il 20% ha rinunciato ad averne altri a causa di difficoltà economiche.

“Siamo estremamente contenti di poter ribadire – commenta la presidente nazionale ENPA, Carla Rocchi – che la maggior parte di chi possiede un solo animale in casa è rappresentata proprio da famiglie con figli, (il 22%). A chi vorrebbe sempre più spesso contrapporre bambini e animali mettendoli in un’inutile e dannosa competizione – prosegue – ripetiamo che l’amore si moltiplica non si divide! Amare è anche un atto di generosità e chi ama gli animali è una persona che ama.”

Rubrica a cura di Barbara e Cristina Civinini

Colonia felina del castello di Santa Severa https://gliaristogatti.wordpress.com

 

DIDE

La presentazione del Rapporto Italia 2024 – Eurispes

Il Rapporto Italia 2024 – Eurispes

In quasi una casa su quattro in Italia c’è un animale domestico – ENPA

Amare è un gesto di generosità – © Archivio Civinini

Chi ama gli animali è una persona che ama – © Archivio Civinini