Giunta Grando: Bocciati anche in diritto amministrativo!

0
801
contributo locazione

“La cosa più grande è sapere quando parlare e quando stare zitti.” Seneca

Riceviamo e pubblichiamo:

“Con questa nostra nota, noi di Italia in comune Ladispoli, siamo costretti a constatare che anche in diritto amministrativo la giunta del Sindaco Grando dovrebbe ripassare il codice.

I fatti: ieri il Candidato a Sindaco Quintavalle, successore di Grando per le elezioni 2022, Capogruppo della Lega per Salvini, con tanto di Giornalista e telecamera, ha rilasciato una videointervista,  dove ha trionfalmente lanciato lo “scoop del giorno”: abbiamo ricevuto una richiesta di risarcimento per un terreno espropriato dal Comune nel 2002 per la 167 (case in Cooperativa); un Debito Fuori Bilancio, il Comune dovrà pagare subito circa 100.000 euro, ma si potrebbe arrivare anche a 700.000 , questi sono i danni che hanno provocato in venti anni di amministrazione”, il giornalista incalza con le domande, “ma manderete tutto alla corte dei Conti?” E il Consigliere replica “Vedremo, Vedremo…”

Noi di Italia in Comune ci troviamo costretti ogni giorno a correggervi e a scrivere un comunicato per ribattere alle affermazioni SBAGLIATE e architettate solo per distrarre la popolazione dalla loro fallimentare amministrazione.

Il Cittadino che non è tenuto a conoscere il diritto amministrativo, non può sapere che il Consigliere Quintavalle la racconta come gli conviene politicamente e quindi ogni giorno ci tocca creare un comunicato e smentirli.

Facciamo Chiarezza: quando un Comune espropria un Terreno per fare una 167 ovvero un’area destinata all’edilizia Economica e Popolare,  sigla un contratto che obbliga le cooperative nei confronti del Comune e tra questi c’è anche il sostenere i costi di esproprio, che dovranno essere ripartiti e pagati dalle stesse Cooperative, o da ATER se ci sono case popolari, QUINDI NESSUN COSTO PER IL COMUNE, è solo una partita di giro.

Questa cosa, fondamentale nella vicenda, il nostro candidato Sindaco QUINTAVALLE non l’ha nominato, vogliamo sperare perché poco preparato in materia. Inoltre la valutazione economica  di esproprio, è valutata e stimata dal Funzionario Comunale(?)e non dall’Amministrazione, quindi il Funzionario qualora avesse liquidato di meno al proprietario del terreno questo sarebbe venuto a vantaggio degli inquilini.

Dobbiamo notare che anche questo non è stato spiegato al candidato Sindaco Quintavalle e che inoltre alla domanda sul possibile invio dei fatti alla corte dei conti afferma “Vedremo,…vedremo” E qui la bocciatura completa in diritto amministrativo! Caro Consigliere, i Cittadini non sono tenuti a saperlo ma lei si, TUTTI I DEBITI FUORI BILANCIO SI DEVONO MANDARE ALLA CORTE DEI CONTI!

Concludiamo quindi questo nostro comunicato per smentire con fermezza il consigliere Quintavalle e per suggerirgli di affidarsi agli uffici competenti di palazzo Falcone come la Ragioneria comunale che gli avrebbe evitato di parlare senza ragione di causa e fare una gran più bella figura.

Aspettiamo con ansia il prossimo scoop che questa giunta ci regalerà per distrarre la popolazione di Ladispoli dalla loro amministrazione fallimentare su ogni punto. Se pensate di governare un popolo facile da ingannare sappiate che sappiamo tutti leggere escrivere (cit.)”.

Italia in comune Ladispoli – Sezione Maurizio Biasetti