GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI UMANI, SCONOSCIUTI

0
140
diritti umani

Anguillara Sabazia premia oggi i partecipanti al Concorso “Diritti umani inalienabili per ogni individuo e collettività. Poesia e arte della fotografia: come possono rappresentarli e difenderli”

Settant’anni fa, il 10 dicembre 1948, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite firmava la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Redatta dopo gli orrori della seconda guerra mondiale, con i suoi 30 articoli, la Dichiarazione Universale sanciva così i diritti individuali, civili, politici, economici, sociali e culturali di ciascun individuo.  Da quel giorno ad oggi, ogni anno il 10 dicembre si celebra la Giornata Mondiale dei Diritti Umani con lo scopo di educare e sensibilizzare tutti al rispetto dell’uomo in quanto tale e a ricordare i passi compiuti dalla società verso il rispetto di tutti gli esseri umani contro la schiavitù e la soppressione dei benefici individuali.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: «Il riconoscimento a livello globale che tutti gli esseri umani nascono liberi e godono di inalienabili e uguali diritti rappresenta oggi un principio che precede gli stessi ordinamenti statali. Il rispetto della dignità della persona non è, infatti, dovere esclusivo degli Stati, bensì un obbligo che interpella la coscienza di ciascuno. Tutti sono chiamati a darne quotidiana e concreta testimonianza». Un pensiero senza scadenza e, alla luce degli accadimenti mondiali, sempre più pertinente.

La città di Anguillara, ha scelto questo giorno per proclamare i vincitori del Concorso  “Diritti umani inalienabili per ogni individuo e collettività. Poesia e arte della fotografia: come possono rappresentarli e difenderli”. Dedicato al lungo processo storico che portò alla norma della legge costituzionale odierna nel mondo, come sono considerati i diritti umani, i cambiamenti che ci sono stati in questo lungo arco temporale e come siamo arrivati alla democrazia moderna. Lo scopo del concorso è sensibilizzare i cittadini e gli adolescenti, con l’ausilio della poesia, capace di trasmettere concetti e stati d’animo, sull’importanza dei privilegi umani.
Guidata dal Sindaco Sabrina Anselmo, con l’assessore tecnico alla cultura e ai diritti umani, la città accoglierà alle ore 10.00 nell’ Aula Consiliare o Sala delle Cariatidi, Palazzo Baronale Orsini, i partecipanti del Premio Nazionale di poesia e fotografia, dalle scuole e non solo del nostro territorio a diversi partecipanti da tutta Italia. “E’ un momento davvero speciale – dichiara l’Assessore alla cultura e ai diritti umani Viviana Normando – che viviamo dai testi e dalle immagini delle nostre scuole del territorio a confronto con istituti scolastici, istituzioni del territorio regionale e nazionale, per testimoniare messaggi sostanziali non solo per la collettività di Anguillara Sabazia”.