Geloni rimedi casalinghi

0
1085

L’esposizione al freddo intenso provoca la costrizione dei piccoli vasi periferici. La protratta costrizione dei vasi provoca danni ai tessuti, che si presentano con una caratteristica placca rilevata, di colore rosso violaceo, pruriginosa e dolente.

Di solito sono colpiti il naso, le orecchie, le dita e gli alluci. I fattori che favoriscono i geloni sono molteplici: il passaggio repentino dal freddo al caldo; il sesso femminile; la magrezza eccessiva; il clima freddo-umido; i problemi circolatori.

In occasione di un episodio acuto, per prima cosa occorre mettersi al riparo dal freddo il prima possibile, ed soprattutto evitare di scaldare troppo ed improvvisamente la parte affetta. Sempre iniziare con temperature moderate.

Ecco alcuni rimedi della tradizione popolare:

1.friggere alcune bacche di pepe nero in olio di sesamo. Filtrare e lasciare intiepidire. Infine utilizzare questo olio per massaggiare delicatamente la parte affetta (solo sulla cute sana);
2. Mescolare un albume d’uovo con un cucchiaio di miele e uno di glicerina. Poi aggiungere della farina e amalgamare fino a formare una crema di media densità. Applicare questa crema sulla parte affetta durante la notte. La mattina, sciacquare con acqua tiepida;
3. Mettere un pizzico di sale su di una fettina di patata appena tagliata e con questa massaggiare la parte affetta.
4. Massaggiare la parte affetta con del’olio tiepido mescolato con qualche goccia di succo fresco di aglio;
5. applicare del gel fresco di aloe direttamente sui geloni;
6. per un pediluvio: preparate un infuso con zenzero in polvere e timo, aspettare che l’acqua si sia intiepidita, filtrate e utilizzate per un pediluvio;
7. in seguito, per favorire la riparazione della cute, applicate localmente infusi o decotti di foglie di noce, corteccia di quercia, ippocastano. Per via interna, vanno molto bene i decotti di equiseto.