Floorball Cerveteri, i Lions vogliono tornare a ruggire

0
138

Da metà gennaio al via gli allenamenti di gruppo per ritrovare la condizione in vista delle gare ufficiali, che dovrebbero ripartire nella prima settimana di marzo 2021. Mantenere il condizionale è d’obbligo nel Floorball in una fase delicata come questa ma i leoncini di Cerveteri sognano di tornare presto a ruggire sul campo.

I Black Lions sono fermi da troppo tempo. «È il caso di dirlo – è euforico Dario Falchi, coach e responsabile del club – finalmente possiamo tornare a scaldare i motori. Dopo alcune riunioni della Federazione gli stessi consiglieri ed il presidente stanno valutando l’ipotesi di una partenza dei campionati nel 2021. In base all’andamento pandemico le date più probabili sono quelle di inizio marzo che darebbero anche alle squadre modo di farsi trovare pronte». I vertici federali hanno sciolto quindi le riserve auspicando la ripresa della stagione e indicando le categorie seniores, femminile e under 19. Il programma e quindi i rispettivi calendari saranno stilati dopo le festività natalizie.

In realtà i gironi erano stati sorteggiati nelle scorse settimane anche se in versione a dir poco ridotta rispetto al passato. La femminile è stata inserita con le lombarde del Club Milano Bombshell, la Viking Roma e le abruzzesi Marsica Floorball Team. La Senior maschile dovrà scontrarsi con Diamante Bolzano, Ciampino, Milano Molotov, Spartak Milano, Sterzing/ Gargazon Liftex, Viking Roma, Wild Board Varese e Algund Raiffeisen. Il prossimo 18 gennaio i cerveterani si ritroveranno nel loro impianto de I Terzi, dove svolgono le partite casalinghe, per una preparazione atletica e tecnica. Le ragazze hanno voglia di cancellare l’amarezza dello scorso anno quando nel cinque contro cinque si trovavano in vetta solitaria ad un passo dalla vittoria finale prima dello stop improvviso. «Ecco perché – confessa Dario Falchi – con la femminile abbiamo un conto in sospeso con lo scudetto. I ragazzi al contrario dovranno riscattare l’anno precedente sia quelli del campo seniores e che i più giovani. L’importante è tornare sul campo rispettando naturalmente tutti i vari regolamenti imposti. Non vedo l’ora di iniziare».