FESTA DELL’ALBERO

0
161

Difendi Santa Marinella e Centro Studi Aurhelio: “Una festa importante di cui l’amministrazione comunale pare dimenticarsi”

 

In Italia la prima “Festa dell’albero” fu celebrata nel 1898 per iniziativa dallo statista Guido Baccelli, quando ricopriva la carica di Ministro della Pubblica Istruzione. Nel Ventennio, nella legge forestale del 1923 poi, fu istituzionalizzata del tutto. A partire dal 2011, con la Legge n.10 del Ministero dell’Ambiente, la Giornata Nazionale degli Alberi viene celebrata ogni 21 novembre.

Difendi Santa Marinella e Aurhelio in occasione della festa, giornata particolarmente importante per le sue valenze simboliche, culturali ed ecologiche, ricordano all’amministrazione comunale che essa ha illuso i cittadini.

Con un’iniziativa del 2020 che sembrava andare nella giusta direzione, AzzeroCO2, il comune di Santa Marinella si è visto regalare ben 500 alberi che avrebbero dovuto contribuire a creare un bosco permanente e migliorare il paesaggio. Purtroppo non vi è un grande interesse a riguardo, nonostante la Delegata Chegia pubblicasse post roboanti il risultato come si vede dalle foto è estremamente desolante. Nel 2022 tutto è andato perso e il terreno oggetto dell’intervento è una zona di terra spoglia. [foto a corredo]

Ci auguriamo quindi che da oggi in poi gli amministratori, più che pensare a progetti faraonici e sedicenti diritti arcobaleno, si ricordino di più della situazione ambientale in cui versa il territorio. La vegetazione e gli alberi rivestono un ruolo particolare e hanno una valenza verticale.

Per tale motivo, i responsabili delle due associazioni, fedeli all’insegnamento degli antenati, rendono omaggio all’Albero. Una realtà vivente, simbolo e significato profondo che rimanda ai mondi sovrannaturali.

 

I responsabili delle associazioni Difendi Santa Marinella e Centro Studi Aurhelio