Falconi esulta per le primarie e dichiara guerra al sindaco Pascucci

0
1359

Riceviamo e pubblichiamo dal Segretario del PD di Cerveteri, Maurizio Falconi.Oggi è stata una bellissima giornata per il Partito Democratico, e non solo a Cerveteri. Le primarie segnano un passaggio di democrazia interna di altissimo valore. Quella tra Franco Borgna e Juri Marini è stata una competizione animata, leale, vera. Ma a vincere non è stato solo chi ha preso più voti; oggi abbiamo vinto tutti, tutti i nostri elettori, entrambi gli sfidanti, tutti i militanti che hanno lavorato in modo appassionato e infaticabile e hanno reso possibile organizzare questa giornata di festa. Li ringrazio tutti, di cuore, e ringrazio i Garanti del Provinciale che con la loro presenza hanno vissuto insieme a noi e legittimato questo bel risultato. Ho la netta sensazione che oggi sia iniziata una nuova storia. Proprio la celebrazione di queste primarie e il clima di unità che si è respirato per tutta la giornata rappresentano un nuovo inizio per il Partito democratico di Cerveteri. Adesso inizia il difficile ma appassionante percorso verso le elezioni. Lo faremo con un lavoro collegiale, tutti insieme, come si fa in una comunità, al fianco dei cittadini. Aperti a tutti gli amici che vorranno accompagnarci nella costruzione di questa affascinante sfida. Colgo l’occasione anche per fare i complimenti al PD di Ladispoli e ad entrambi gli sfidanti. Ho ascoltato le prime dichiarazioni del vincente Marco Pierini che rivolgendosi a Silvia Marongiu ha detto che hanno vinto tutte e due, hanno vinto insieme. Sono contento che anche nella vicina Ladispoli si respiri lo stesso clima di unità e collaborazione. E’ questo il PD che ci piace e ci emoziona, a Cerveteri come a Ladispoli, cosi come in tutte le altre città in cui si sono celebrate le primarie. Gli unici sconfitti, spiace a dirlo, sono quelli che sono fuggiti dì fronte alla competizione, quelli che hanno tentato di boicottare questo appuntamento straordinario di democrazia e partecipazione, quelli che non sanno perdere, quelli che nei momenti immediatamente successivi all’esito del voto non hanno saputo far altro che denigrare e infangare quello che invece è e resta uno degli strumenti più alti e democratici della nostra comunità. Ma agli scissionisti è andata male ancora una volta. Oggi ha vinto il Partito Democratico, ha vinto la democrazia, ha vinto la nostra comunità. E adesso andiamo a riprenderci il governo della nostra città e mettiamo la parola fine alla fallimentare amministrazione di questi ultimi cinque anni.

             Il Segretario PD  

Maurizio Falconi