EMERGENZA GATTINI

0
33

La situazione degli abbandoni estivi si è aggravata con una nuova criticità: cuccioli di gatto abbandonati a se stessi. ENPA Brescia mette a disposizione dei volontari una piccola guida di consigli pratici per fronteggiare la situazione.

Alla piaga degli abbandoni estivi, in questi primi giorni d’estate, se ne aggiunge anche un’altra altrettanto squallida: il ritrovamento di gattini abbandonati. A lanciare l’allarme è la sezione ENPA di Brescia travolta dall’emergenza baby cats. Gli orfani a quattro zampe sono talmente tanti che i volontari non sanno come aiutarli tutti. Così è nata una piccola guida online che spiega cosa fare in caso di emergenza. Questi, in sintesi, sono i consigli dispensati dalla sezione ENPA di Brescia.

 

Spesso – spiegano i volontari della sezione locale – è difficile stabilire come agire, ma si possono seguire alcune indicazioni per aiutarli nel modo migliore. Ecco alcune dei  suggerimenti più importanti per salvarli.

1) La mamma – La prima cosa da fare è non spostarli ma aspettare che torni la mamma per qualche ora. Se invece avete il sospetto che siano stati abbandonati da qualcuno, è bene intervenire subito.

2) Creare un ambiente caldo – Quando sono piccolissimi non sono in grado di regolare la temperatura corporea e probabilmente sentono freddo. La cosa più urgente è allestire una piccola cuccia calda tenendoli all’asciutto da acqua, cibo o urina. Se sono bagnati, la loro temperatura corporea scende molto velocemente.

3) Cibo – In fase di allattamento mangiano solo il latte materno, quindi vanno nutriti solo con latte apposito acquistabile nei negozi per animali. Attenzione! Il latte di mucca è sconsigliato perché non va bene per la loro alimentazione.

4) Avvisare un veterinario – Quando ormai la situazione è stabile e si trovano al sicuro e al caldo, è  bene farli visitare dal veterinario che valuterà se è necessario prescrivergli delle cure.

5) Alcune importanti precisazioni – I neonati sono molto delicati, quindi è fondamentale seguire alcune regole: indossare sempre i guanti in lattice per toccarli; toccarli il meno possibile; una volta messi in sicurezza vanno controllati spesso evitando di spostarli; evitare il contatto con altri gatti, cuccioli o adulti.

I volontari di Brescia tengono a sottolineare anche una semplice raccomandazione: agite! Grazie a voi, dicono, questi poveri cuccioli soli potranno avere una seconda possibilità.

Rubrica a cura di Barbara e Cristina Civinini

Colonia felina del castello di Santa Severa https://gliaristogatti.wordpress.com