É TEMPO DI VACANZE, VIAGGIARE LIBERI PREFERENDO L’ITALIA

0
81
viaggiare liberi

MARE, MONTAGNA, CAMPAGNA O CITTÀ, L’ESTATE NEL NOSTRO PAESE È SINONIMO DI LIBERTÀ.

Con la stagione estiva ormai iniziata, molti italiani stanno programmando la villeggiatura nel Bel Paese. E si chiedono se sia necessario il green pass per poter superare i confini della loro regione oppure no. Ad oggi, gli spostamenti tra regioni in Italia sono liberi all’interno di tutto il territorio nazionale dove non è prevista alcuna restrizione. Anche in aereo non è necessario sottoporsi a tampone né è necessaria l’autocertificazione per viaggiare. Attualmente (10 giugno) 7 regioni italiane sono in zona bianca: Liguria, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Umbria, Abruzzo, Molise e Sardegna, tutto il resto d’Italia è in fascia gialla. Ecco perché si viaggia liberamente lungo tutto il territorio italiano e organizzare una vacanza in Italia è fattibile. La normativa cambia solo per eventuali regioni rosse ed arancioni dove è richiesto il certificato verde per i viaggi fatti per motivi di turismo.

Ma dove andare? Nel Lazio, per incentivare il turismo la Regione ha previsto una o due notti gratis per chi soggiorna nel territorio. L’iniziativa si chiama “Più notti, più sogni”, un modo per rilanciare il turismo incentivando la permanenza dei turisti nelle strutture ricettive laziali. Un luogo incantevole dove passare dei giorni piacevoli al mare è San Felice Circeo, località da poco inserita tra le Bandiere Blu grazie ai servizi offerti. A circa 100 metri sul livello del mare, il paese di San Felice Circeo ha una storia antichissima: è stata colonia romana, possedimento dei Templari durante il Medioevo, un feudo dei Caetani, infine, roccaforte pontificia. Tra i borghi più belli d’Italia segnaliamo Petralia Soprana, nel Parco delle Madonie, 40mila ettari di natura protetta in territorio per lo più montano, dove campi coltivati si alternano a pascoli e alla macchia mediterranea: un’oasi per chi ama i cibi genuini. Dalla Sicilia arriviamo nel borgo di Gradara, nelle Marche. A pochi chilometri dal mare della Riviera Romagnola, nell’incantevole scenario medioevale che offre tanti eventi culturali nel Castello, che fece da cornice alla storia d’amore di Paolo e Francesca.

“Ci si chiede, però, per quale motivo le informazioni sugli spostamenti tra le regioni non siano di dominio pubblico: esse infatti si possono reperire quasi esclusivamente tramite i siti e le pagine social degli aeroporti. Sebbene sia iniziata la stagione turistica, gran parte dei cittadini non è assolutamente a conoscenza del fatto che in Italia si possa viaggiare in maniera totalmente libera” scrive Raffaele De Luca su L’Indipendente.