Donazione di sangue a Bracciano per i “Diavoli Gialli”

0
337

In piazza IV Novembre di Bracciano, si è svolta una Donazione sangue straordinaria cui hanno preso parte i “Diavoli Gialli” del 185° Reggimento Artiglieria Paracadutisti Folgore. Un evento fortemente voluto dal Comandate del Reggimento, il Colonnello Mauro Bruschi, presente alla donazione fin dal primo momento e primo tra i donatori. Donazione che volutamente si è svolta nella piazza principale del nostro paese. Baschi amaranto, volontari di Croce Rossa ed equipe medica dell’ospedale San Filippo Neri, insieme per lanciare un importante messaggio di solidarietà e sensibilità riguardo la donazione del sangue, gesto assolutamente volontario e spontaneo.

Prontezza, generosità e solidarietà, questi i valori che hanno animato i tanti Paracadutisti presenti, valori messi in atto quotidianamente nello svolgere al meglio i loro compiti e valori che li hanno visti rispondere prontamente a quella che è l’emergenza sangue. Questo è emerso dalle parole del Colonello Bruschi, unitamente alla convinzione di quanto sia importante il radicamento e il legame con il territorio. Essere una risorsa per la comunità locale, mettendosi a disposizione delle autorità locali e collaborare insieme alla crescita del paese. Non sono mancati i saluti del Primo Cittadino, il Sindaco Armando Tondinelli. Presente alla donazione anche una delegazione del Comando di Artiglieria. Evento che ha visto impegnati circa quindici Volontari Croce Rossa Italiana – Comitato di Sabatino, impegnati nelle fasi organizzative dell’evento, supporto all’equipe medica del San Filippo Neri, ai quali il Comitato di Sabatino è legato da una collaborazione di lunga data, e ai donatori, generosi protagonisti della giornata.

Con l’augurio che l’evento possa ripetersi nel prossimo futuro e che sia l’inizio di una collaborazione fattiva e supporto reciproco, non sono nell’ambito della donazione sangue, ma in tutte le attività che ci vedono coinvolti sul nostro territorio.

Come Folgore sempre e dovunque al servizio della comunità e del Paese, parole del Colonnello Bruschi,

Ovunque e per Chiunque, noi Volontari di Croce Rossa Italiana.