Domani ti voglio allo stadio per gridare Forza Ladispoli Carica!

0
218

di Gianni Palmieri

Amici lettori di Ladispoli non prendete impegni per domani, domenica 5 maggio. E non per andare a recitare la celeberrima ode scritta da Alessandro Manzoni nel 1821 in occasione della morte di Napoleone Bonaparte, bensì per un motivo più semplicemente sportivo. Alle ore 15 l’Unione Sportiva Ladispoli, allo stadio Angelo Sale, si gioca tutta una stagione in una sola partita, ospitando l’Anagni, rivale diretta per la permanenza in Serie D. E’ la gara dell’anno, i rossoblu hanno l’occasione di acciuffare la salvezza diretta senza passare dalla lotteria dei play out. O, vincendo, di garantirsi comunque lo spareggio in partita secca tra le mura amiche.

Domenica non ci sono scuse, prendete mogli, figli, nonne, nonni e parenti ed accorrete allo stadio alle ore 15 per sostenere la squadra della vostra città. Lo abbiamo scritto più volte in questi mesi, avere un club in un campionato prestigioso e nazionale come la Serie D è un patrimonio non solo sportivo da difendere con le unghie e con i denti, così come hanno fatto i giocatori rossoblu che hanno effettuato un clamoroso recupero in classifica e che ora potrebbero centrare il miracolo sportivo della salvezza conquistando i tre punti e sperando nel passo falso delle concorrenti dirette. Ma a Ladispoli arriverà un Anagni disperato e battagliero, seguito da uno stuolo di tifosi, i rossoblu hanno bisogno del loro pubblico, del calore di una intera città, di spalti gremiti e simili ad una arena gladiatoria. Non ci sono scuse, non ci sono impegni, non ci sono alibi. Domenica chi non viene è un “disertore” sportivo. Tutti allo stadio Angelo Sale a prenderci la salvezza, tutti insieme a gridare per un’ora e mezza Forza Ladispoli Carica!