DAL CANILE ABUSIVO DI CERVETERI ALLA CUCCIOLATA

0
457

Biancaneve è il segugio che ha dato alla vita nove piccoli. Era tra i 26 cani salvati da guardie ecozoofile e polizia municipale.

Tutto bene ciò che finisce bene. Vi ricordate il blitz delle guardie ecozoofile di Cerveteri che in sinergia con la polizia locale giorni fa avevano liberato 26 cani segugi? Un’operazione molto importante, nella frazione Sasso, mirata alla salvaguardia dei poveri animali tenuti in condizioni non ideali all’interno di un canile abusivo e poi per fortuna affidati ad un centro specializzato nella Capitale. La novità è che una cagnolina tra gli amici a quattro zampe ha dato alla luce i suoi piccoli addolcendo ancor di più i cuori delle persone che operano all’interno del canile di Valle Grande a Roma.

i cuccioli di Biancaneve

La cucciolata di Biancaneve è stata immortalata in foto mentre i nove “segugini” prendono il latte dalla loro madre. Un lieto fine che si è avuto grazie all’intervento delle autorità competenti, Asl compresa. Se i piccoletti fossero nati in un luogo come quello posto sotto sequestro a Cerveteri avrebbero avuto tutte le attenzioni che meritano? La risposta è facilmente intuibile. Il personale del canile intanto si sta prendendo cura dei segugi tutti rigenerati e presto chippati per essere magari adottati in futuro in ambienti confortevoli. Mentre vigili urbani e guardie ecozoofile hanno promesso di mantenere alta l’attenzione per evitare si ripetano sul territorio simili scenari. E.R.