Cultura della legalità al liceo Galilei di Civitavecchia

0
136

Un incontro con l’arma dei Carabinieri

Un primo incontro fra gli studenti del Liceo “Galilei” di Civitavecchia con le forze dell’ordine del territorio sul tema dell’educazione alla legalità si è tenuto il 23 novembre presso la sede staccata di Santa Marinella, a cura della locale stazione dei Carabinieri. Il luogotenente Comandante Carmine Ricci, con l’ausilio del Vicebrigadiere Fabio Montoresi, ha presentato un’interessante relazione sul tema “Omicidio e sistema penale in Italia”.

La conferenza fa parte di un ciclo di incontri fra le forze di sicurezza e gli studenti del Galilei, incontri che riguarderanno da gennaio entrambe le sedi dell’istituto.

“Occasioni del genere formano i nostri giovani alla cultura della legalità e li avvicinano alle istituzioni dello Stato, incoraggiando il senso di appartenenza, di solidarietà e di condivisione” ha dichiarato la dirigente scolastica Loredana Saetta.

Nello specifico, la conferenza che si è tenuta presso la sede di Santa Marinella è una tappa del percorso di Educazione Civica, che nel secondo biennio del Liceo Galilei riguarderà i Diritti Umani. In particolare la classe 4G ad indirizzo scientifico della sede staccata sta preparando un lavoro sulla Pena di morte da presentare ai compagni.

Dopo una premessa sulla pena capitale e sulle motivazioni della sua abolizione nel mondo e in Europa, il comandante Ricci ha spiegato con grande chiarezza e senza troppi tecnicismi cosa intende il codice penale italiano per omicidio, quali pene sono previste, quali differenze ci sono fra omicidio doloso, preterintenzionale e colposo, le differenze previste dal codice sulle definizioni di reato “comune” e “proprio”. In particolare si è soffermato su due eventi delittuosi. Il primo è il cosiddetto “figlicidio”(nelle sue varie forme e tipologie), proprio perché le classi 4GS e 4GL hanno trattato l’argomento mitologico di Medea, protagonista di tragedie in molte letterature occidentali e spunto per il percorso di educazione civica. Sul tema del figlicidio il comandante ha inoltre  consegnato ai ragazzi un libro di approfondimento sul delitto di Cogne.

Successivamente Ricci e Montoresi hanno affrontato il tema attualissimo dell’omicidio stradale, spiegando come questo sia stato introdotto di recente e quali siano le sue connotazioni e le conseguenze penali.

Le classi 4GS, 4GL e 5GL hanno seguito con grande attenzione e partecipazione la conferenza, che a partire da gennaio sarà estesa alle altre classi della scuola. Presso la sede di Santa Marinella, si pensava di introdurre anche il tema del reato ambientale, di cui ogni cittadino dovrebbe avere consapevolezza.

La comunità scolastica del Liceo “Galilei” ringrazia il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Civitavecchia Capitano Mattia Bologna e la stazione di Santa Marinella, nelle persone del Luogotenente Ricci e del Vicebrigadiere Montoresi.

Ufficio di presidenza del Liceo Scientifico, Linguistico e Musicale “Galilei” di Civitavecchia