Con il Roma Foil Festival sarà come volare sul lago

0
20

Presentato l’evento in programma nel maggio 2025. Per Giuntarelli della Regione Lazio “una manifestazione in linea con le priorità mirate al turismo di qualità”

Volare sul lago con il foil, l’appendice ingegneristica ed innovativa che segna il futuro della vela, anche sul lacus sabatino. Con un anno di anticipo, da un’idea di Alessandro Pace, presidente dello storico circolo velico 3V, è partita già l’impresa del Roma Foil Festival che intende realizzare nei tre paesi rivieraschi ed in accordo con gli addetti del settore e le istituzioni un evento dedicato alla vela di richiamo internazionale dal 15 al 18 maggio 2025. Che si tratti di un’idea che mette tutti d’accordo lo si è visto il 5 giugno scorso nella sala del Consorzio Lago di Bracciano dove alla presentazione ufficiale non è voluto mancare nessuno degli attori in campo. Un lungo tavolo di relatori che ha visto amministratori locali ma anche dirigenti regionali come Paolo Giuntarelli, già direttore del Parco di Bracciano-Martignano e ora a capo della Direzione regionale Affari della Presidenza, Turismo, Cinema, Audiovisivo e Sport, in ambito sportivo Carlo Cacioppo, presidente Federazione Italiana Vela IV zona Lazio. 

La vela ed il foil coinvolgeranno i tre comuni del lago in regate, laboratori ed eventi di intrattenimento serale. Per il vicesindaco di Trevignano Luca Gallon “l’aspetto importante di questa manifestazione è l’innovazione”. I foil infatti sono appendici in grado di produrre una spinta verticale e di far sollevare in parte o quasi del tutto una imbarcazione dall’acqua. “Una volta sollevata sui foil – spiegano gli organizzatori – il natante riduce la resistenza nel fluido e la sensazione sarà quella di volare sull’acqua”. Per il lago di Bracciano, bacino dove è consentita solo la navigazione a vela – fanno eccezione la motonave, i mezzi di soccorso e i motori elettrici – il foil rappresenta una straordinaria opportunità di rilancio per questa disciplina olimpica. La vela – e lo ha ribadito anche il direttore del Parco Daniele Badaloni – è uno dei settori sui quali si sta puntando per la valorizzazione del territorio. All’incontro hanno preso parte anche il sindaco di Anguillara Angelo Pizzigallo, il vicesindaco di Bracciano Biancamaria Alberi oltre al presidente del Consorzio Lago di Bracciano Francesco Pizzorno e al presidente della DMO Beltur Corrado Milito. 

“Per Giuntarelli “sono proprio queste – ha sottolineato dopo aver evidenziato di aver contribuito anche lui da ex direttore del Parco a valorizzare la bellezza dei territori – le manifestazioni che la Regione Lazio vuole promuovere e sostenere, un evento che mette insieme molte forze e che, nel 2025, anno del Giubileo a Roma, farà da richiamo per il lago di Bracciano. E’ perfettamente in linea con le priorità che ci siamo dati, ovvero quello di creare eventi fuori da Roma in grado di attrarre turismo di qualità”.