Comitato per la difesa e il restauro della Passeggiata

0
205

Attenzione verso i beni pubblici che il Comune intende affidare ai privati. 

Il Comitato per la difesa e il restauro della Passeggiata esprime la sua soddisfazione per i risultati ottenuti a proposito del project della Passeggiata che il Sindaco Tidei ha ritirato dall’attuale scena politica. Tuttavia, il Comitato non ha intenzione per questo di abbassare il livello di attenzione né sulla Passeggiata, partita evidentemente solo rinviata alla prossima amministrazione, né su altri beni pubblici che il Comune intende affidare ai privati. Sono in corso d’opera lavori presso il Green Park ed altri ancora sono stati annunciati all’Orto Botanico e al Parco dei Tulipani. Il meccanismo sembra essere sempre lo stesso: abbandonare al degrado un bene di tutti, creare le condizioni per giustificarne lo sfruttamento commerciale da parte del privato e rinunciare di fatto alla sua gestione pubblica.

Il Comitato per la difesa della Passeggiata esprime la sua preoccupazione per la facile e diffusa estensione di questa pratica.  Il nostro timore è accentuato dalla sonora bocciatura  da parte della Corte dei Conti del bilancio del Comune. Il Comitato ha dimostrato, con conti alla mano,  che con il project della Passeggiata la città non avrebbe guadagnato equamente in denaro ed in opere di ristrutturazione come da esso sostenuto, piuttosto sarebbe andata incontro ad una perdita netta di denaro pubblico oltre che alla rinuncia del controllo della gestione per 20 anni. La preoccupazione del Comitato nasce dall’opacità  della gestione economica di questo Comune che è  quanto denunciato dalla Corte dei Conti.

Comitato per la difesa ed il restauro della Passeggiata.