Colloqui per la Pace

0
22

Il convegno si svolge mercoledì 19 giugno nella Sala Koch di Palazzo Madama.

L’Italia con la sua lunga tradizione giuridica e diffusione della cultura e della scienza nel mondo non può soccombere ai “paesi barbari” del Nord Europa e nemmeno può fare da zimbello agli anglo-americani, che negli ultimi secoli si sono qualificati come “predatori” nel mondo.

L’era della “uni polarità”, a trazione anglo-americana, sta finendo e sta sorgendo la Nuova Era della “multipolarità” proposta dai BRICS. Il cosiddetto “occidente collettivo”, nel tradire tutti i principi etico-morali, violati tutti i diritti umani ed accordi internazionali, ha raggiunto il massimo livello di corruzione, di decadenza ed è vicino al suo declino. Abbandonare la “morale cristiana”, che ha reso grande l’Occidente, per rappresentare gli interessi dei “sionisti” è stato il “preludio del suicidio”.

Per i credenti la “Speranza” è una virtù teologale, e in effetti con i risultati delle elezioni europee, che ha segnato una svolta verso i partiti di destra, che rappresentano l’ideologia descritta in modo superficialmente con “Dio, Patria e Famiglia”, ovvero che puntano più sulla “sovranità” degli Stati che su organismi ”antidemocratici-tecno-burocratici” come è la Commissione Europea (tecnici non eletti) che fa le leggi che successivamente vengono ratificate dal Parlamento Europeo (eletti). Nella UE i Parlamentari contano poco, perché è la Commissione Europea a detenere il potere e a dettare le linee politiche-amministrative e l’Italia è la prima “vittima” delle follie europee.

I cittadini europei hanno punito i “guerrafondai”: Macron (Francia) e Scholz (Germania) che insieme al Segretario della NATO Stoltenberg, bellicista N.1, vorrebbero far partire la III° Guerra Mondiale. Gli Stati Uniti hanno sacrificato i loro migliori alleati e sudditi europei, e inoltre tutta l’economia dell’Europa, per muovere guerra alla Russia utilizzando l’Ucraina come grimaldello.

Al G7, appena svoltosi in Puglia, il Presidente del Consiglio On. G. Meloni ha detto no all’eutanasia e all’aborto, a dimostrazione che il Suo Governo difende i “valori della Vita”, già prima dell’incontro internazionale dei vari capi di Stato, alcuni esponenti del Governo Meloni avevano rilasciato dichiarazioni contrari all’uso delle armi italiane contro la Russia  ed eventuale invio delle truppe in Ucraina.

Un interessantissimo convegno sulla Pace si svolgerà mercoledì, 19 c.m. nella Sala Koch di Palazzo Madama (Senato), dove otto Senatori della Repubblica, di ogni schieramento politico, formuleranno le loro proposte per evitare che l’Europa venga “direttamente” coinvolta nella guerra ai confini del Donbass, regione martorizzata dall’esercito ucraina sin  dal 2014 al 2020 (inizio dell’operazione speciale russa) ha ammazzato più di 16.000 civili!

Questo terzo convegno sulla pace organizzato dall’Ass. Avvocatura in Missione sarà condotto dal Presidente dell’Associazione Avv. Anna E. Catenaro, che, come anche nelle altre occasioni istituzionali, potrà dare un impulso importante alla politica italiana e promuovere e far tornare quel “clima di Pace” in Italia e nell’Europa.

Raffaele Cavaliere