Civitavecchia, l’Università Agraria collaborerà con l’ADAMO

0
360
ADAMO

Cercasi volontari: una mattina al mese, basta avere buona salute e la patente B.

L’Università Agraria di Civitavecchia collaborerà con l’ADAMO di Civitavecchia per fornire assistenza alle attività che quest’ultima svolge a supporto dei malati oncologici del territorio.

Per chi non la conosce l’Associazione Domiciliare Assistenza Malati Oncologici (ADAMO) é nata nel 1999 su iniziativa di un gruppo di volontari che, avendo vissuto il dramma di un proprio caro colpito da patologia oncologica e verificate le necessità terapeutiche e psicologiche del malato fuori dalle strutture sanitarie organizzate, hanno sentito il bisogno di dare un contributo di adeguato livello, fondando un’associazione che si occupi di assistenza domiciliare a questa tipologia di ammalati e alle loro famiglie.

ADAMO aveva già lanciato l’allarme poiché le misure di contenimento alla pandemia avevano ridotto la disponibilità dei propri volontari che accompagnavano nei presidi sanitari chi avesse necessità di sottoporsi a radioterapia, servizio inesistente nel comprensorio. I volontari erano impegnati soprattutto nel condurre gli automezzi con i quali i pazienti oncologici venivano trasportati nei luoghi di terapia, soprattutto Roma e Viterbo. Le norme anti Covid hanno abbassato l’età dei volontari a non più di 65 anni e questo ha falcidiato le fila degli autisti disponibili.
Da qui nasce la collaborazione tra ADAMO e l’Università Agraria di Civitavecchia che invita i propri soci e chiunque sia intenzionato a dare una mano,  a mettersi a disposizione dell’associazione per condurre gli automezzi e trasportare nelle strutture terapeutiche i pazienti. L’impegno di tempo è minimo, anche una mattina al mese: basta avere buona salute e la patente B.