CIVITAVECCHIA E IL LAZIO LIBERI DAL 5G

0
2749
elettromagnetismo

SINDACI PER LA SALUTE CONTRO L’INVASIONE DI ELETTROSMOG E ANTENNE. COME LA CITTÀ PORTUALE ANCHE I COMUNI DI GUIDONIA MONTECELIO E MARINO. MOBILITATI TANTI MUNICIPI NELLA NOSTRA REGIONE DOVE SI SMANTELLA PURE IL PERICOLOSO WI-FI PER FAVORIRE LA PIÙ SICURA CONNESSIONE VIA CAVO.

di Maurizio Martucci

La salute non si svende: oltre 200 Comuni italiani sono ufficialmente Stop 5G. Un numero importante, destinato a crescere. I cittadini, già colpiti dall’emergenza Covid 19, adesso chiedono ai sindaci di applicare il principio di precauzione.

Non convince un’idea digitale di progresso, troppi lati oscuri circondano l’Internet delle cose. Scongiurare l’installazione di un milione di nuove antenne non significa bloccare il futuro ma tutelare ecosistema e salute pubblica.

ERNESTO TEDESCO, SINDACO DI CIVITAVECCHIA, SOSPENDE IL 5G
La pensa così Ernesto Tedesco in quota Lega di Salvini Sindaco di Civitavecchia, città portuale dai mille interessi commerciali, tra le più popolate del Lazio. Ma, statistiche alla mano, pure tra le più colpite da cancro, neoplasie e tumore. Insomma, i civitavecchiesi ne hanno già abbastanza: “Ho sospeso a scopo precauzionale la possibilità di autorizzare l’installazione di impianti e la sperimentazione della tecnologia 5G sul territorio di Civitavecchia, fintanto che studi scientifici non smentiranno i possibili rischi delle micro radiofrequenze sulla salute delle persone”, ha spiegato il primo cittadino che di mestiere fa l’avvocato. “Il principio precauzionale di salvaguardia della salute pubblica impone che agenzie indipendenti effettuino studi preliminari lunghi e approfonditi sulla valutazione del rischio sanitario e per l’ecosistema derivante da una massiccia installazione di nuove antenne che vanno a sommarsi agli impianti esistenti. Il Governo si muova in tal senso. Visto che nel nostro comune sono già presenti insediamenti importanti come le centrali elettriche e il porto ho inoltre promosso un tavolo tecnico sanità-ambiente che coinvolga esperti e associazioni”.

GUIDONIA COMUNE STOP 5G
Altro grande comune Stop 5G dell’hinterland romano è Guidonia Montecelio, sindaco e maggioranza a 5 Stelle: “La sperimentazione 5G qui sospesa”, affermano nella zona tra la Nomentana, Tiburtina e Tivoli. “A seguito di scrupolosa raccolta di informazioni sull’inquinamento elettromagnetico e sui possibili danni alla salute delle persone la nostra amministrazione ha deciso attraverso un’Ordinanza del Sindaco Michel Barbet. Il Progresso è tale solo se è sostenibile per la salute dell’Essere Umano e per l’Ambiente Naturale”.

MARINO: CABLAGGIO CON FIBRA OTTICA AL POSTO DEL WIRELESS
Altro sindaco pentastellato è quello di Marino. Pure ai castelli hanno deciso di fermare tutto. Entrando a far parte della rete nazionale per la precauzione e la prevenzione del danno. “Un importante atto a tutela della salute pubblica è stato adottato dalla Giunta comunale di Marino”, si legge nella nota diffusa dall’ufficio stampa comunale, “Marino fa parte della schiera di centinaia di Comuni italiani che hanno assunto posizioni di cautela verso i cittadini contro l’installazione di una tecnologia i cui effetti sulla salute sono ancora oggetto di studio. È importante sottolineare come nella redazione di questo atto, che riguarda sia l’Urbanistica che l’Ambiente congiuntamente, l’emergenza COVID-19 non abbia impedito né al Sindaco Carlo Colizza né all’Assessore all’Urbanistica Andrea Trinca di lavorare fianco a fianco per la sua stesura definitiva.” Netta la posizione anche sulle altre frequenze, messo al bando il pericolo Wi-Fi: promuoviamo “soluzioni tecnologiche sicure e a basso impatto ambientale e sanitario, quali il cablaggio con fibra ottica al posto del wireless, soluzione questa che è già in fase esecutiva, cominciando dai luoghi maggiormente sensibili di permanenza continuativa delle persone più a rischio (scuole, ospedali, uffici pubblici, ecc.).”

LA CENTRALITA’ DEI SINDACI, COME RESPONSABILI DELLA SALUTE PUBBLICA
Marino, in maniera decisa e chiara, rivendica quindi la propria centralità: “Alla base dell’atto ci sono numerose e importanti considerazioni quali quella che il Comune sia l’ente competente in ambito territoriale al rilascio dell’autorizzazione per l’installazione e la modifica degli impianti per telecomunicazione e radiodiffusione. Ma anche quella che spetta al Sindaco la responsabilità penale, civile, amministrativa di accertarsi nelle competenti sedi, per le conseguenze di ordine sanitario, che dovessero manifestarsi a breve, medio e lungo termine nella popolazione residente nel territorio comunale. A queste si aggiunge poi che spetta al Sindaco, nella sua veste di ufficiale di Governo e massima autorità sanitaria locale, adottare le migliori tecnologie disponibili e di assumere ogni misura e cautela volte a ridurre significativamente e, ove possibile, di eliminare l’inquinamento elettromagnetico e le emissioni prodotte e i rischi per la salute della popolazione”.

Lazio

TUTTO IL LAZIO

Bracciano(Roma) Il Sindaco s’è dichiarato contrario al 5G
Cervaro (Frosinone) delibera Stop 5G approvata dalla giunta comunale
Cerveteri(Roma) mozione Stop 5G respinta in consiglio comunale, ma l’ex Vicesindaco s’è dichiarato contrario al 5G. In piena emergenza Covid-19, il Sindaco ha spento il Wi-Fi pubblico. Il comitato locale Stop 5G ha diffidato il Sindaco dall’adottare il 5G
Filacciano (Roma) approvata delibera Stop 5G. Contrarietà al 5G da parte del Sindaco, presidente per il Lazio dell’Associazione Nazionale dei Piccoli Comuni d’Italia
Fiumicino (Roma) il comitato locale Stop 5G ha diffidato il Sindaco dall’adottare il 5G
Fonte Nuova(Roma) mozione Stop5G approvata dal consiglio comunale
Frosinone emanata ordinanza del Sindaco diffida tecnica di sospensione del 5G Grottaferrata(Roma) il Vicesindaco si dichiara contrario al 5G
Ladispoli (Roma) approvata mozione Stop 5G. Ma su Viale Europa e Piazza Domitilla le compagnie telefoniche vogliono installare nuove antenne sui tetti dei palazzi. Il comitato locale Stop 5G ha diffidato il Sindaco dall’adottare il 5G
Monte Compatri (Roma) Il Sindaco che s’è dichiarato contrario al 5G
Monterotondo (Roma) Il Sindaco che s’è dichiarato contrario al 5G
Petrella Salto (Rieti) delibera Stop 5G approvata dalla giunta comunale
Rieti Il comitato locale Stop 5G ha diffidato il Sindaco dall’adottare il 5G
Roma il Municipio XII ha approvato una mozione Stop5G dissociandosi dalla politica del wireless promossa dalla Sindaco Raggi
Regione Lazio bocciata dal consiglio regionale mozione Stop 5G
Rocca di Papa (Roma) delibera Stop 5G approvata dalla giunta comunale
Santa Marinella (Roma) il comitato locale Stop 5G ha diffidato il Sindaco dall’adottare il 5G
Trevignano Romano(Roma) il Vicesindaco si dichiara contrario al 5G
Vallepietra (Roma) delibera Stop 5G approvata dalla giunta comunale