CERVETERI: TUTTI (O QUASI) FUORI DALL’AULA

0
1800
contributo

De Angelis – Orsomando: “La maggioranza abbandona l’aula facendo cadere il numero legale”.

Che brutta “sceneggiata” ma, soprattutto, che VERGOGNA vedere il Sindaco infilarsi il cappotto e dietro di lui, in tutta fretta quanto in rigorosa successione degna di una classe elementare, tutti quei “silenti”consiglieri fare altrettanto quasi a voler dimostrare fedeltà al grande capo amministrativo ma tradendo i propri cittadini elettori. Una maggioranza Pascucci che prima approva una propria deliberazione e poi sceglie volutamente, per non votare importanti mozioni come quella del recupero soldi dall’Ostilia oppure quella sulle tematiche sociali per i fatti di BIBBIANO, di abbandonare l’aula senza motivazioni ufficiali,
tra le proteste degli esponenti dell’opposizione, facendo cadere il numero legale e costringendo, in questo modo, il Presidente del Consiglio comunale a sciogliere la seduta rimandando il tutto al prossimo 21 novembre. La “scusa” o la cosiddetta ”palla al balzo” è che l’abbandono dell’aula della Maggioranza è avvenuto dopo la lettura della prima mozione riguardante i fatti di BIBBIANO (mozione del 12 settembre 2019) e dopo aver consentito al consigliere Porro di rivolgere assurde accuse (addirittura di razzismo e quant’altro) al consigliere De Angelis tentando probabilmente di far passare, secondo una personale
interpretazione, una mozione propositiva e di supporto sociale come un atto discriminatorio verso chissà chi…veramente inconcepibile. Atteggiamenti e frasi, quelli del consigliere di Maggioranza, con presunte accuse di RAZZISMO che hanno fatto irritare persino i presenti in aula ma non il Presidente del Consiglio che con un comportamento inspiegabile quasi di parte che, invece di accanirsi e allontanare una cittadina presente in aula, la sigra Zompanti appellandola erroneamente quale “consiglieraaa..”, con l’utilizzo degli
agenti di Polizia Locale soltanto per aver applaudito in modo composto e complimentoso alla mozione con un argomento così delicato affrontato dall’opposizione, avrebbe dovuto far allontanare immediatamente il citato consigliere di maggioranza per le affermazioni e le gravi accuse esternate di cui si valuterà il peso in altre sedi. Un clima surreale creato, probabilmente ma questo non lo sappiamo, per non discutere e approvare la mozione di impegno, da noi presentata, per il recupero dei soldi per tutti i lavori in danno che l’Ostilia ci deve oppure per non affrontare le problematiche sui rifiuti o, ancora, alcuni impegni sul sociale o ancora per non parlare della mozione sul sistema idrico Acea e non, delle perdite e di tanto altro oppure per non rispondere alle svariate interrogazioni oramai fuori tempo massimo (sono trascorsi oltre i 30gg. da Regolamento). Siamo perplessi su quanto accaduto in un momento in cui, visti i recenti accadimenti idrogeologici, come
da ribadito in Consiglio, ci sarebbe bisogno più di far sentire solidarietà che fare queste sceneggiate ed è per questo che diciamo BASTA con la politica dei comunicati e dei selfie, dei giochetti e dei tranelli studiati ad arte per il solo fine di danneggiare la città. Basta con la poca consapevolezza del ruolo politico di alcuni consiglieri di Maggioranza che non perdono mai occasione per dimostrare lo scarso interesse per le questioni che interessano la Comunità Cittadina. Nessuna partecipazione alla discussione, nessuna argomentazione, nessun contenuto che possa colmare quel politico vuoto pneumatico che caratterizza la
massima assise cittadina. Si scappa dall’aula, si fugge per non argomentare, per non discutere, per non dimostrare la propria incompetenza, per occultare quella miopia che rende incapace parte della Maggioranza di esporsi su scelte importanti.
Siamo persone responsabili, abbiamo anche una certa esperienza e un certo buonsenso. La nostra posizione sarà quella che è sempre stata, un’opposizione responsabile. Di fronte a loro che esercitano la ragione della forza e dei numeri, noi eserciteremo la forza della ragione, cioè quella del bene del paese, dell’interesse del paese, dell’interesse dei cittadini. Interesse che oggi abbiamo prospettato alla maggioranza, ricevendo per tutta risposta una porta chiusa in faccia, accuse e offese. Ringraziamo per la solidarietà, gli interventi, la condivisione e il supporto, il gruppo di opposizione e, in particolare, i colleghi consiglieri : A. Belardinelli, L. Piergentili, L. Ramazzotti, M. Falconi (Italia Viva).

Aldo De Angelis – Salvatore Orsomando