Cerveteri, partitella di basket non autorizzata: giovani identificati

0
820

Nei pressi di un parco pubblico sono intervenuti gli agenti della polizia locale. Nell’impianto sportivo era presente un buco sulla rete.

Temevano questi scenari le società sportive di varie discipline dopo l’ultimo decreto firmato dal premier Conte. E così un esempio, piccolissimo ma che potrebbe riguardare molte città, è avvenuto a Cerveteri dove una decina di giovani si sono introdotti in un campetto di un parco per giocare a pallacanestro. Quella partitella non autorizzata però gli potrebbe costare  cara dopo l’arrivo dei vigili urbani che li hanno identificati. Sono tutti minorenni. È proibito radunarsi per praticare attività sportiva in seguito al decreto. Sin dalle ore successive al Dpcm i titolari delle palestre e i presidenti delle società avevano previsto situazioni di questo tipo sostenendo che fosse più sicuro proseguire con gli allenamenti. Da annotare anche i danni all’impianto visto che la rete è stata divelta ma non è ancora chiaro se siano stati i ragazzi stessi oppure se abbiano trovato il “buco” e  si siano introdotti dentro per giocare.

Segnalazioni degli abitanti anche di fronte agli istituti di istruzione superiore. La turnazione delle lezioni a distanza complica le cose quando gli studenti escono perché si incontrano in modo ravvicinato con quelli che invece devono entrare