A Cerveteri non c’è nessun coordinatore del Partito democratico. Maugliani smentisce Unidem

0
1267

Come in una fiction a puntate, continuano i colpi di scena all’interno del Partito democratico di Cerveteri. 

Dove il tutti contro tutti sta diventando una farsa perfino stucchevole. Ricorderete che la componente Unidem di recente aveva annunciato di aver eletto nel direttivo il coordinatore ed il vice coordinatore del Pd, affermando di aver seguito le regole dello statuto del Pd.

Puntuale è arrivata la smentita da parte di Rocco Maugliani della Segreteria provinciale del Partito democratico. 

Parole inequivocabili quelle che seguono:

“In relazione alle comunicazioni contraddittorie e distorte che hanno interessato il circolo del Partito Democratico di Cerveteri negli ultimi tempi sono a precisare quanto segue:

non esiste allo stato attuale nessun coordinatore e nessun vice coordinatore del circolo; questo dal mese di Febbraio, quando l’allora segretario Alessandro Gnazi prendeva atto della mozione di sfiducia presentata nei suoi confronti dalla maggioranza dei membri di quel che restava del direttivo locale, a sua volta interessato nei mesi precedenti dalle dimissioni di diversi suoi rappresentanti. Dal Marzo scorso la Segreteria Provinciale, sentita poi anche la Direzione successivamente in Aprile, affidava a Marco Catalini, suo delegato, il compito di guidare il circolo ad un congresso straordinario, da realizzarsi, interpellate anche le commissioni Provinciale e Regionale di Garanzia, dopo il Referendum e alla chiusura del nuovo tesseramento 2016.

In ottemperanza a questo ho dato disposizione al delegato Catalini di convocare nei prossimi giorni una riunione con quel che resta dell’ultimo direttivo, al netto delle diverse defezioni che lo hanno interessato rispetto alla sua composizione originale del 2013, allargato agli iscritti che vogliano partecipare, che abbia per oggetto la nomina e l’insediamento di un ufficio adesione di circolo sul tesseramento che Marco comporrà secondo i criteri di pluralismo e di trasparenza e le modalità stabilite dal regolamento di organizzazione, approvato lo scorso anno dalla Direzione Regionale.

L’ufficio Adesioni definirà insieme a Catalini, a cui ho consegnato affinchè le firmi le tessere 2016 del circolo di Cerveteri, il calendario del tesseramento con i relativi orari e luoghi di svolgimento. Facendo seguito ad una richiesta non vincolante della Commissione Regionale di Garanzia pervenutaci nei mesi scorsi, chiederò ai Presidenti delle commissioni Provinciale e Regionale, di inviare, ove mai lo ritenessero necessario, propri rappresentanti durante le giornate che verranno destinate al tesseramento in modo tale da incrementare la percezione collettiva del tasso di trasparenza degli appuntamenti a ciò destinati.

Il calendario del Tesseramento 2016 partirà nei giorni immediatamente successivi al Referendum del 4 Dicembre che, come più volte specificato, deve vedere tutto il partito impegnato in una campagna elettorale serrata a favore delle ragioni del SI. Iniziative diverse da queste ovvero non compatibili col percorso intrapreso con il conforto degli organi politici e di garanzia nei mesi scorsi, condite di lettere ai giornali, documenti e manifesti annessi, sono da considerarsi espressione di volontà personali del tutto rispettabili come sempre lo sono le individuali opinioni, ancorchè altrettanto prive di legittimità rispetto ai processi decisionali che regolano la vita democratica interna del Partito.

Nella speranza che si ritrovi insieme la serenità necessaria per sviluppare nelle prossime settimane una riflessione più utile alla comunità che sappia affrancarsi almeno parzialmente dalle nostre dinamiche interne, invito ciascuno di noi, per le funzioni che gli competono, ad abbassare i toni della polemica interna, sempre meno comprensibile da chi è al di fuori del nostro partito”.

Per la segreteria provinciale
Rocco Maugliani