Cerveteri, la ztl raddoppia con semaforo e telecamere

0
396

Non solo fungo elettronico nel centro storico etrusco. Il conducente di un furgone intanto è rimasto intrappolato e si è beccato una contravvenzione.

 

La ztl non solo torna nel centro storico ma raddoppia. E così ci sarà un semaforo con tanto di telecamera per individuare i “furbetti” nel centro storico di Cerveteri. Tra via Roma e via Santa Maria si era deciso di rinunciare al funghetto elettronico perché aveva provocato danni alle auto. In un’occasione era rimasta bloccata un’ambulanza, giorni dopo un carro funebre durante un funerale urtò il dispositivo. Da oggi quindi un semaforo normale regolamenterà il traffico.

L’autista di un furgone, la scorsa settimana, è rimasto bloccato dopo essere passato con il verde. Sciolto subito il rebus. All’andata il conducente ha seguito una vettura ma al ritorno, non disponendo di un telecomando in grado di azionare l’impianto per farlo abbassare, è rimasto intrappolato nel centro storico con funghetto eretto e semaforo rosso. L’uomo che ha superato la soglia per raggiungere un cantiere edile dove stava eseguendo dei lavori si è beccato una contravvenzione da parte della polizia municipale. Non tutti i commercianti e i residenti hanno digerito questo nuovo sistema. “Non è chiaro ancora il funzionamento dei vari dispositivi qui nel centro – dice Emilio Mellone, responsabile dell’associazione Socialis – né quanti soldi stia spendendo l’amministrazione comunale. Sempre con soldi della collettività tanti anni fa era stato installato un altro fungo ma non è stato mai attivato”.