CERVETERI, ISTITUTO MATTEI: UNA SCUOLA VINCENTE

0
1036
diplomati Mattei

LUDOPATIA: “VINCI SOLO QUANDO SMETTI!”

Video poker, Slot machine, gratta e vinci, poker on line sono attività innocue finché non subentra la vera dipendenza al gioco, quando il giocatore diventa compulsivo e non controlla più le proprie azioni, scivolando lentamente in un baratro e compromettendo relazioni e futuro, proprio come in una dipendenza da sostanze stupefacenti.

“La scuola ha un ruolo fondamentale nell’educazione e la prevenzione di tutte le dipendenze, soprattutto tra i giovani – affermano i professori referenti del progetto Gioca Libera – Mente, Donatella Serantoni e Gennaro Principe – “Il Mattei ha accolto con grande entusiasmo l’iniziativa delle Dott.sse Silvia Ricci e Rita Vaiano, dell’ASL ROMA 4 di Bracciano, per sensibilizzare i nostri studenti alla sindrome del GAP. Come scuola abbiamo accettato perché crediamo nella prevenzione. A convincerci inoltre, l’aver visto uscire alcuni nostri studenti dalle sale scommesse – racconta Principe – abbiamo lavorato per trasmettere l’idea che un gioco “sano” è quello che unisce la consapevolezza di sé al divertimento, senza che l’una escluda l’altro”.
Un lavoro riuscito. Lo confermano i video realizzati dagli studenti e trasmessi durante l’incontro online tenutosi martedì 23 marzo. Il dirigente scolastico, Roberto Mondelli ha virtualmente aperto le porte dell’istituto per la proiezione dei video realizzati dai ragazzi sul tema della Ludopatia e la premiazione del video migliore.
Titolo assegnato a “vinci solo quando smetti”, video realizzato dalla classe 5T per la regia di Ben Dahmani Sabri e Fogli Lorenzo. Hanno recitato Polledri Ilaria, D’Achille Massimiliano, Fumo Francesco e Folli Lorenzo. Un video diretto, che centra l’obiettivo, emozionante. Complimenti agli studenti per l’idea e la realizzazione del messaggio, che auspichiamo raggiunga quante più persone possibili. Quando nella scuola si parla di prevenzione e lotta alle dipendenze sono tutti vincitori e l’Istituto Mattei di Cerveteri ha vinto la sua partita contro il disagio giovanile.
Presente il sindaco Alessio Pascucci che, oltre a rinnovare la disponibilità dell’amministrazione verso le iniziative rivolte ai giovani, approfitta per unirsi al coro STOP ALL’AZZARDO.
Un intento che coinvolge l’intera Regione Lazio, attraverso Gioca Libera-Mente mira alla prevenzione e formazione oltre alla cura dei casi individuati. Come hanno risposto i ragazzi all’iniziativa?É stato interessante vederli all’opera – confida il docente Principe – Hanno raccontato le loro esperienze personali, tracciato le linee che caratterizzano la ludopatia insieme a noi docenti, girato i video. “La ludopatia è una patologia sottovalutata, conoscerla da vicino, grazie a questa esperienza, è stato molto importante per noi – dichiara Anna, la rappresentante della classe protagonista – una riflessione sulle origini dunque sulla facilità in cui si cade nella trappola del gioco d’azzardo e quanto sia difficile invece uscirne. A nome di tutti, grazie”, conclude.