Cerveteri, il 2 giugno alla Necropoli della Banditaccia

0
54
Agostino de angelis alla Banditaccia

Un nuovo appuntamento culturale di Agostino De Angelis e ArchéoTheatron.

Domenica 2 Giugno 2024 alle ore 17.30 all’interno dell’area recintata della Necropoli Etrusca della Banditaccia di Cerveteri sarà realizzata dall’associazione culturale ArchéoTheatron e dall’attore e regista Agostino De Angelis e promossa dal PACT Parco Archeologico di Cerveteri-Tarquinia, la Performance Teatrale Itinerante “LA COLLINA DI SPOON RIVER…NECROPOLI ETRUSCA DELLA BANDITACCIA” tratta da “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters con il patrocinio del Comune di Cerveteri, Regione Lazio e Città Metropolitana di Roma Capitale.

La performance rappresenterà un viaggio nella vita dei residenti dell’immaginario paesino di Spoon River, sepolti nel cimitero locale. Un incontro con le storie di personaggi che rappresentano tutte le categorie e i mestieri umani accompagnati dall’introduzione del professore Edoardo Ciampi e che saranno interpretati da: Mariapia Gallinari, Eleonora Pini, Isabella Pranzetti, Stefano Ercolani, Simona Gennaretti, Catja Cuordileone, Luisa De Antoniis, Nicole Antonangeli, Sergio Passerani, dagli allievi del Corso di Cinema Santa Marinella Viva: Riccardo Frontoni, Monia Machi, Riccardo Dominici, Nerina Piras, Andrea Vella, Daniele Farnese, Annarita Euseoi, Filippo Soracco e dagli alunni della VA dell’Istituto Salvo D’acquisto di Cerveteri: Emanuele Lagonegro, Flavio Giacomo Ciobanu, Denny Iacarelli, Anna Menichelli della maestra Daniela Finocchiaro.

La caratteristica saliente dei personaggi è che, essendo morti, non hanno più niente da perdere e quindi possono dire qualsiasi cosa sulla loro vita in assoluta sincerità. La voce dei protagonisti è sfumata, priva di un vero rimpianto per il passato che non c’è più. Masters trasse per questo ispirazione ne “I Sepolcri” di Ugo Foscolo e nella “Divina Commedia” di Dante Alighieri, e l’opera inglese fu a sua volta ispirazione in uno dei più famosi album di Fabrizio De André.

Quindi la scelta del regista De Angelis di portare in scena l’opera è perfettamente attinente al luogo, la Necropoli, luogo di sepoltura del popolo etrusco, che come già avvenuto nella messa in scena dei suoi numerosi spettacoli sulla Divina Commedia, come per i personaggi di Spoon River, che nella loro vita terrena hanno vissuto storie e vicende diverse, ben si collocano nella struttura topografica del luogo che ben rappresenta l’idea delle Colline descritte nell’Antologia.

L’evento si inserisce nell’ambito della #domenicalmuseo, iniziativa del Ministero della Cultura che consente l’ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, nei musei e nei parchi archeologici statali e nella IV Edizione del progetto ideato da De Angelis “Sulla Strada degli Etruschi” che gode del patrocinio di Regione Lazio, Città Metropolitana di Roma Capitale.