Baby Caretta, a Cerveteri attesa la seconda schiusa

0
180
baby caretta

Finora  sono nate una trentina di tartarughe, stavolta potrebbero essere anche di più. Ma c’è l’incognita maltempo. 

Baby Caretta. Dopo la prima schiusa c’è grande attesa per la seconda che potrebbe vedere tantissime altre tartarughine pronte a raggiungere il mare seppur in una giornata di maltempo con una fortissima mareggiata. I volontari continuano a presidiare il nido nei pressi della spiaggia di Campo di Mare a Cerveteri a ridosso della Palude di Torre Flavia.

Orticaweb_tartarughe

“Nelle prime ore di questa mattina – questo il comunicato di Tartalazio – con un anticipo notevole rispetto a quanto stimato, dal nido di Marina di Cerveteri, sono uscite tra  30 e 40 piccoli di tartaruga marina.  Il nido era stato deposto nei primi giorni di agosto lungo il litorale di Ladispoli, ma la localizzazione era a forte rischio di allagamento e distruzione da parte delle mareggiate ed era stato traslocato dal personale di Tartalazio,.la.rete regionale che coordina gli interventi sulle tartarughe marine, dietro indicazioni della  Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, in una posizione più sicura.  Nei giorni scorsi, il nido, protetto e monitorato da volontari fin dai primissimi giorni, era stato preparato per un’eventuale schiusa anticipata che, di fatto, si è verificata.
Grazie all’intervento della Guardia Costiera, del personale della Provincia dell’area protetta regionale di Macchiatonda, si è potuto stimare il numero di piccoli usciti e verificare che le onde non li avessero rigettati a terra.
È possibile che nelle prossime notti possano nascere altri piccoli e quindi da stanotte partirà il monitoraggio h24 almeno fino a lunedi.
In questa sorprendente estate laziale, questo è il terzo nido che dà alla luce dei piccoli di tartaruga marina, dopo quelli di Fondi e Ventotene, un evento mai registrato prima.”