Cerveteri espugna Santa Marinella e si prepara al derby con l’Atletico Ladispoli

0
916
in foto Spanò, attaccante del Cerveteri

Doppio Spanò, e il Città di Cerveteri torna a vincere fuori casa.

Lo aveva fatto anche nella scorsa gara esterna al Darra di Maccarese (in quell’occasione ci pensò Chesne dalla panchina a dare i tre punti ai cerveterani), per poi scivolare di fronte al proprio pubblico contro il Fiumicino. Stavolta i verdeazzurri non si abbattono dopo aver incassato lo svantaggio ma reagiscono nella ripresa. Mister Carlo Cotroneo azzecca i cambi che permettono la risalita comunque contro un buon Santa Marinella. Tra i neo entrati proprio bomber Alessandro Spanò che con le due reti consente alla squadra di ribaltare l’1-0 e di portarsi a quota 7 in classifica capocannonieri nel girone A di Promozione. Insomma, un risultato individuale non male per un giovane del 97.

Gli ospiti, ancora rimaneggiati per le numerose assenze per via degli infortuni, scende in campo con un 5-3-2. Cotroneo lascia in panchina Spanò. Ulissi tra i pali, dietro centralmente a tre con Tabirri, Giustini e Sarigu, esterni Amendola a sinistra e Giorgi a destra. Sulla mediana Peluso e D’amelio con Polito vertice alto dietro a Chesne e Coda. Stentano ad entrare nel vivo del gioco i ragazzi verdeazzurri, il Santa Marinella ne approfitta e passa in vantaggio con Martorelli al 22’ del primo tempo sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nella ripresa però è un altro Cerveteri. Mister Cotroneo effettua alcuni cambi modificando anche il modulo di gioco. Spanò al 26’ pareggia e dieci minuti dopo di testa batte il portiere dall’area piccola di rigore. “Meglio forse loro nel primo tempo – analizza Carlo Cotroneo – avevo diversi giocatori non al meglio, tra cui Polito che l’ho tolto perché non in condizione per via di una brutta influenza. Nel secondo tempo siamo andati meglio, peccato aver preso quel gol ma abbiamo reagito bene e di questo sono contento. E’ stata una gara molto combattuta, loro avevano diversi infortunati ma fa parte del gioco”. Domenica arriverà al Galli l’Atletico Ladispoli. “Una partita come le altre – dice Cotroneo – per i giocatori magari sarà speciale ma noi abbiamo l’obbligo di pensare a fare risultato senza condizionamenti”. Alessandro Spanò è euforico per la vittoria. “Bene così, contento per la doppietta, specie la seconda rete mi sono infilato tra portiere e difesa credendoci fino alla fine. Il derby? Sì ha ragione il mister, è una partita come le altre, ma tra i giocatori c’è quel pizzico di rivalità ed è inutile nasconderlo. Vogliamo portare a casa i tre punti”.

Analisi anche del presidente del Città Mauro Mazzarini. “E’ stata una bella battaglia – commenta il patron del Cerveteri – non magari una bellissima partita, ma entrambe le formazioni avevano diversi giocatori infortunati e sono convinto che questo abbia influito sullo spettacolo. Poi il manto erboso non era nelle migliori condizioni. Bravo il nostro tecnico che ha indovinato le sostituzioni cambiando il volto del match. Ora i fari sono tutti per il derby naturalmente, l’Atletico Ladispoli si sta rinforzando e non sarà facile affrontarla. Contiamo anche sull’aiuto del nostro pubblico sempre più presente rispetto alle prime giornate, nonostante gli ultimi due incontri casalinghi non siamo riusciti a fare risultato. Speriamo cresca la curiosità nei confronti di una squadra giovane che si sta battendo molto bene in questo campionato difficile ed equilibrato”. Il Città è quinto in classifica a cinque lunghezze dalla prima. L’Atletico in zona play out.