Cerveteri, chiusura Settevene Palo: disagi anche per le ambulanze

0
561
strada
Via Settevene Palo

“Il percorso è aumentato da 16 a 32 minuti percorrendo la via Doganale”, è la denuncia di Mario Pagano, autista, soccorritore e delegato Ares 118 Cgil. Non si conoscono i tempi di riapertura della strada.

 

Ottavo giorno di chiusura della Settevene Palo Nuova di Cerveteri. E, molto probabilmente, la strada che porta a Bracciano resterà sbarrata dalle transenne ancora per parecchio. Ma i disagi a quanto pare non sono soltanto per gli automobilisti e pendolari che fanno la spola. A far suonare l’emergenza sono anche i sindacati visto che per le ambulanze il tragitto è molto più lungo e tortuoso prima di arrivare all’ospedale Padre Pio. Con partenza da Cerveteri la via più veloce è percorrere Ceri e prendere la Doganale che ricongiunge alla Settevene Palo Nuova. “La situazione si complica per il 118 visto che i chilometri aggiuntivi sono 7. Sembrano pochi ma i tempi di percorrenza si allungano da 16 a 32 minuti. Si può incontrare un camion, a Ceri ad esempio un ponticello è transennato e si cammina ad una corsia in quel tratto”, sostiene Mario Pagano, autista soccorritore e delegato Ares 118 Funzione Pubblica Cgil. Difficoltà anche nel muoversi nella stessa città. “L’altro giorno con l’ambulanza siamo andati a prendere nella zona di Castel Giuliano una signora anziana alle prese con un malore giungendo a destinazione in 40 minuti anziché nei 25 prefissati”, aggiunge Pagano. I cittadini sono in attesa di sapere quando riaprirà la strada che però, è la notizia ufficiosa anche se non confermata, potrebbe restare così per tutto il mese di dicembre prima dell’inizio dei lavori.