Cerveteri Calcio precipita nella zona retrocessione

0
625
cerveteri

Il cammino si complica per gli uomini di Cotroneo e domenica ci sarà il derby salvezza con l’Atletico Ladispoli

Ko interno con beffa finale per il Città di Cerveteri che fallisce dagli undici metri la possibilità di acciuffare il pari. Così ad esultare è il Santa Marinella di mister Zeoli che si vendica della sconfitta interna subita all’andata quando i verdeazzurri riuscirono a spuntarla.

Il cammino per gli uomini di Cotroneo ora si complica maledettamente che sono stati risucchiati dalla zona dei play out. In più i cugini dell’Atletico Ladispoli hanno scavalcato di un punto proprio i cerveterani e domenica prossima si terrà un derby dal sapore particolare dove i tre punti potrebbero significare molto in chiave salvezza. Intanto gli etruschi si leccano le ferite. Il vantaggio ospite è arrivato al 37° con Scudi, che dopo un azione elaborata è entrato in area e senza titubanza ha scagliato un fendente forte ad effetto sul quale nulla ha potuto l’estremo cerite Ulissi che nella prima parte di gara si era fatto comunque apprezzare con degli interventi provvidenziali. Il Città aveva avuto delle occasioni prima del vantaggio ospite, soprattutto con Metta. Nella ripresa è al 23’ che su penalty i padroni di casa sono riusciti a ristabilire la parità grazie all’esecuzione di Spanò che si porta a quota 10 in classifica marcatori.

Ma al 35° Trincia in velocità ha riportato avanti il Santa a tu per tu con Ulissi. A due minuti dalla fine Chesne ha sciupato il pari dal dischetto e non c’è stato più spazio per sperare nel 2-2. “Peccato – commenta mister Cotroneo – a volte purtroppo decidono gli episodi. Ci è mancata esperienza sicuramente ieri nell’affrontare una squadra come il Santa Marinella, che si è potuta permettere il lusso di effettuare 3-4 sostituzioni importanti, ma anche qualità nel gioco. Abbiamo commesso degli errori che abbiamo pagato, pur creando tantissime occasioni da rete. Ora dobbiamo pensare avanti a cominciare dall’Atletico. Per noi è una sfida come le altre, dobbiamo giocarcela e allontanarci quanto prima da quella zona della classifica. Il fatto di aver perso giocatori importanti a dicembre inizia a pesare”.

Interviene anche la punta Spanò, autore del momentaneo pari e sfortunato quando la traversa gli ha negato la gioia della doppietta. “Peccato davvero – dice l’attaccante verdeazzurro – ora dobbiamo rialzare subito la testa perché non ci meritiamo questa posizione di classifica. Domenica c’è il derby e dobbiamo fare punti. Sarà una gara speciale”.