Cerveteri, il 30 marzo la rievocazione storica del Venerdì Santo

0
975

Il Processo di condanna, il calvario verso il Monte Golgota, la crocefissione e la salita in cielo di Cristo. Come ogni anno, a Cerveteri, Città dichiarata sito UNESCO nel 2004, si rinnova la tradizionale rievocazione storica della Via Crucis del Venerdì Santo.

Più di 100 figuranti, vestiti con costumi di splendida fattura, con cavalli e bighe, rappresenteranno i momenti più significativi della passione e morte di Gesù. Un percorso di circa due chilometri, che dalla Piazza principale del paese, attraverserà i vicoli più suggestivi del Centro Storico del Rione Boccetta, le strade del Paese per poi giungere a conclusione sulla scalinata che dalla storica Piazza Santa Maria affaccia su Piazza Aldo Moro, dove un accattivante gioco di luci e musica simboleggerà la salita in cielo dell’anima di Gesù.

“Giunta alla sua 54esima edizione – ha detto Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – la rievocazione della passione e della morte di Gesù rappresenta una tradizione consolidata nella cultura della nostra Città, che ogni anno richiama ed emoziona pubblico vastissimo proveniente da tutto il litorale”.

“Nata a Cerveteri negli anni ’60 su iniziativa della Parrocchia Santa Maria Maggiore – prosegue il Sindaco di Cerveteri – la Rievocazione del Venerdì Santo rappresenta oggi una delle manifestazioni più attese e partecipate della nostra Città. Mi congratulo con tutti gli organizzatori per il grande impegno con il quale tengono viva questa antica tradizione e per l’emozione che offre ogni anno questa manifestazione”.

L’appuntamento, con la storica iniziativa organizzata dal Comitato del Venerdì Santo, è per il 30 marzo a partire dalle ore 21.00 in Piazza Aldo Moro.