“Cerenova vuole un Consorzio funzionale come quello di Marina di San Nicola”

0
115
La sala gremita in occasione della riunione

Riceviamo e pubblichiamo.All’indomani del primo incontro per la presentazione del Progetto Consorzio, il comitato spontaneo “Cittadini per Caerenova” esprime grande soddisfazione per la grande partecipazione, persone che hanno riempito la sala di via Luni sfidando l’estate per presenziare, ascoltare e chiedere spiegazioni dei come e dei perché a proposito dell’idea (che tanto malvoluta sembra non essere) di istituire un Consorzio, modellato come principio di funzionamento su quello di Marina di S.Nicola, per venire incontro alle esigenze dei cittadini che non si possono ritenere soddisfatti appieno dell’attuale stato delle cose.

Un ringraziamento particolare al presidente del consorzio S.Nicola, Roberto Tondinelli, che è intervenuto personalmente con una testimonianza autorevole ed accorata, rispondendo in prima persona alle tante domande.

Presto disponibile su marinadicerveteri.info anche un estratto della presentazione, che ha analizzato principalmente la fattibilità economica del progetto. Il primo passo di un cammino lungo e certo non facile, ma di sicuro interesse per tutte le persone che continuano a vivere il territorio di Marina di Cerveteri.

                                                                           Cittadini per il consorzio Caerenova  

Aggiungiamo alla lettere del Comitato che prendere come modello di paragone il Consorzio di Marina di San Nicola appare una scelta sensata. Nella frazione di Ladispoli i servizi funzionano alla perfezione, i cittadini hanno sempre un punto di riferimento in caso di necessità, i problemi sono risolti in tempo reale. Tutto il contrario di Cerenova dove molte strade sono distrutte, i servizi pubblici carenti, il comune di Cerveteri non riesce nemmeno a garantire la presenza di un impiegato nella angusta delegazione. Per Cerenova avere un Consorzio appare veramente l’ultima ancora di salvezza.