Cerenova, via Veio tra buche e sporcizia

0
394

Un cittadino esasperato richiede l’intervento del Comune. La nota inviata all’assessore Luccetti.

«Assessore Luchetti, sono un residente di Cerenova che si trova a vivere su una strada che in parte sembra non appartenere al Comune di Cerveteri, cioè Via Veio. Dico in parte perché questa via inizia dall’incrocio con Via Tarquinio Prisco e dopo pochi metri incrocia Via Benedetto Marini e prosegue oltre questa con il suo percorso di 300/400 metri.

Però questo breve tratto iniziale, forse di 20 metri, è regolarmente ignorato dai programmi di pulizia stradale, le strade circostanti vengo ogni tanto spazzate meccanicamente ma questa non sia mai che venga contemplata. E dire che su un lato ci sono 5 pini in fila (un sesto si è seccato) e altri 4 sono sul lato opposto, uno nel mio giardino e tre su spazi pubblici. Quando c’è vento, e qui spesso soffia forte, o piove, la strada e i prati, privati o pubblici che siano, si coprono di aghi, tanto che si vede a stento l’erba o l’asfalto.

 

Che dire poi delle condizioni stradali? Le foto allegate parlano da sole, inutile aggiungere parole. Anche il tratto iniziale di Via T. Prisco è totalmente disastrato, penso che di questo passo tra un pò dovremo dotarci di trattori cingolati, altro che auto elettriche!!!
La ringrazio per l’attenzione e Le invio cordiali saluti»
F. I.