Centro Anziani Valcanneto: acquistati saturimetri

0
114
saturimetro

La Delegata alla Terza Età Mensurati:“i nostri anziani simbolo di generosità e sensibilità”.

I soldi risparmiati per il consueto pranzo di Natale di gruppo reinvestiti nell’acquisto di uno strumento fondamentale in questo periodo di pandemia da COVID-19. I soci del Centro Anziani di Valcanneto, sempre attivi con numerose attività ricreative, hanno infatti scelto di utilizzare i fondi non spesi per l’acquisto di saturimetri da mettere a disposizione degli anziani del circolo.

“Il saturimetro è uno strumento che in questa fase di emergenza sanitaria abbiamo purtroppo imparato a conoscere bene – dichiara la Delegata alle Politiche della Terza Età Arianna Mensurati – è infatti utilissimo a misurare l’ossigenazione del sangue del singolo individuo e a sapere, utilizzandolo in completa autonomia, se i polmoni riescono ad assumere una quantità d’aria sufficiente ad una corretta respirazione. Più che mai fondamentale con la situazione pandemica che abbiamo vissuto e che purtroppo ancora stiamo vivendo”.

“I nostri anziani anche durante il periodo di lockdown si sono offerti completamente alla cittadinanza – prosegue la Delegata Mensurati – nonostante le difficoltà che abbiamo vissuto oltre a dimostrare grande sensibilità e responsabilità, rinunciando sin dal primo momento ad ogni forma di attività aggregativa, preziose per la loro età e per il loro stile di vita, non hanno mai esitato a mettere a disposizione prodotti o risorse economiche magari già accantonate in previsione di iniziative che poi purtroppo non è stato possibile svolgere. A loro tutti, ed in primis al Presidente del Centro Roberto Lazzerini, ci tengo a mandare un sentito ringraziamento, sperando che ben presto sia possibile tornare alla nostra amata normalità e di poter tornare a vivere insieme a loro le tante iniziative ricreative che sempre propongono”.

Non è la prima volta che i Centri Anziani cittadini hanno dimostrato estrema sensibilità in questi mesi. Già durante le fasi più difficili del lockdown ogni Centro si è reso protagonista di gesti solidali, regalando generi di prima necessità o facendo grandi spese alimentari utilizzando fondi presenti nella cassa del circolo per destinarla alle famiglie più in difficoltà.