Campo di Mare, giornata di festa all’Associazione Nautica

0
1080
nautica campo di mare

Prove pratiche in mare per oltre 100 scolari di cinque classi di Cerenova che hanno seguito le lezioni del progetto Vela-Scuola. Causa vento ‘giornata bis’ il prossimo 14 giugno

di Alberto Sava

L’Associazione Nautica di Campo di Mare, da decenni impegnata nella crescita sportiva e culturale della nostra comunità, ha fatto sua l’indicazione della FIV che ritiene determinante per la promozione dello sport velico ai giovani, incrementare la presenza e l’offerta di vela nel mondo scolastico, al fine di instaurare ed accrescere una cultura marinara, con particolare riferimento alla comprensione e rispetto dell’ambiente. Ieri mattina dalle 9.00 alle 12.00 sull’arenile davanti allo specchio d’acqua del Circolo Nautico di Campo di Mare si sono radunati i dirigenti dell’Associazione Nautica, gli istruttori FIV dell’associazione, oltre centoalunni delle cinque classidell’Istituto comprensivo Marina di Cerveteri,dovedurante l’inverno si sono tenute le lezioni teoriche di vela,ed i rappresentanti della scuoladi Cerenova per la giornata di chiusura del 9° progettoVela-Scuola della FIV. Conosciamo più da vicino il progetto della Federazione Italiana Vela, in collaborazione con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), che consente allo sport della vela di entrare nelle scuole durante l’orario curriculare, e che si avvale della preziosa partnership con Kinder+Sport: si tratta di attività teorica in aula e pratica in acqua, curata attraverso i Circoli Velici affiliati alla Federazione. Il principale obiettivo del progetto consiste nello sviluppo di una cultura nautica tra gli alunni delle scuole. Per il raggiungimento di tale obiettivo si passa attraverso quattro fasi:la scoperta e la ricerca, attraverso le materie scolastiche, della cultura sportivo-marinara;l’instaurazione di corretti modelli di vita sportiva;lo sviluppo di una sana coscienza ambientale;l’acquisizione di conoscenze e di abilità, che costituiranno la base di future professionalità.Ogni anno sono circa quarantamila gli studenti che vivono questa appassionante esperienza, che trova naturale continuità nel percorso formativo che la FIV propone con i propri circoli. Ieri mattina a Campo di Mare glialunni che hanno partecipato al progetto Vela-Scuola, unitamente alle loro famiglie sull’arenile, si sono confrontaticon il mare per le prove pratiche finali sui risultati delle lezioni di vela apprese in aula durante l’inverno.A fare da cornice il meteo giusto per l’evento. Un caldissimo sole, a tratti avvolto dalle nuvole, spiaggia perfettamente pulita e l’ebrezza del vento della barca a vela: sensazione unica che solo questo tipo di disciplina riesce a dare ai ragazzi, al loro esordio nel mondo della marineria sportiva. Quando oltre la metà dei cento scolari era già uscita in mare per la prova pratica, la brezza si è trasformata in vento, poi si è alzato il mare e, per non deludere la metà dei ragazzini che attendevano di effettuare la prova in acqua, è stata subito programmata una‘giornata bis’ per il 14 giugno. Quindi appuntamento di nuovotra otto giorni a Campo di Mare, dove ierila soddisfazione ha serpeggiato tra tutti i protagonisti della giornata conclusiva del progetto Vela-Scuola, che coincide con l’inizio dell’estate e dei corsi settimanali di Vela e di Beach Volley che si svolgono all’Associazione Nautica, sotto l’egida delle rispettive Federazioni, e che sono seguiti da qualificati istruttori federali.