Cala il buio sulla scuola

0
466

In quali Comuni si tornerà in classe? E per quanto? Il rientro in classe fa paura a tutti. 

La Dad non è democratica, la presenza non è garantita. La scuola è nel caos nel giorno del rientro tante le assenze registrate tra docenti, personale Ata e studenti. In molti comuni del Lazio si è scelto di rinviare l’apertura, a Frosinone per lunedì 17, a Fiumicino il sindaco Esterino Montino è in attesa del risultato dello screening avvenuto nel fine settimana appena trascorso, per domani comunicherà l’aggiornamento durante la conferenza stampa a Piazzale Mediterraneo.  Anche in provincia di Viterbo vale la prudenza con le scuole chiuse fino al 18, 21 e 23 gennaio 2022 a Bagnoregio, Civita Castellana e Tarquinia dove molti istituti resteranno in Dad. Si valuta la situazione contagi    giorno per giorno, a Rieti e Latina l’inizio della scuola è previsto per il 14 gennaio. A far paura è sia l’alto numero dei contagi, sia la difficoltà a garantire il servizio se ai docenti in quarantena si aggiungono i sospesi dal servizio. Anche Ladispoli è a rischio chiusura scuole, per evitare ulteriori focolai il Sindaco Grando è stato esortato nel valutare la situazione.

L’elevato numero dei contagi di Covid-19 fanno mantenere alta l’attenzione, su ordinanza dei sindaci non si riparte in presenza, scelta sostenuta anche dagli studenti che minacciano manifestazioni, picchetti e scioperi chiedendo garanzie. Un tentativo fallito oggi a Cerveteri. Nonostante siano tanti i giorni di scuola persi, nonostante la DAD sia stata ritenuta fallimentare sotto tutti i punti di vista sembra sia essere la soluzione più gettonata data la mancanza di mascherine FFp2 e il distanziamento in aula lamentato dai presidi. Eppure, ricordano gli stessi, non sono stati pochi gli Euro a disposizione per la scuola, tanti da non comprendere tali mancanze. Mentre si propone la DAD solo per i non vaccinati in caso di due positivi in classe.
Previste domani agitazioni in vari istituti della Capitale.