Bracciano: Crocicchi VS Tondinelli: ritorno alle urne

0
348
Comune di Bracciano

Ballottaggio domenica e lunedì

Ultimi scampoli di campagna elettorale a Bracciano dove si alzano i toni in vista del ballottaggio di domenica e lunedì. Tra accuse incrociate e botta e risposta sui social i due candidati in lizza Marco Crocicchi e Armando Tondinelli proseguono gli incontri con i cittadini. Sfumate le ipotesi di un confronto faccia a faccia. Si parla poco di contenuti mentre sullo sfondo si riaffacciano i ruoli dei partiti in una sorta di sfida tra destra e sinistra tutto localistico viste – a livello nazionale – le larghe intese di un governo che vede insieme sia la Lega che il Partito Democratico. Mentre il sindaco uscente Tondinelli che deve colmare un vuoto di consensi punta sulla carta della “continuità”, Crocicchi si presenta come uomo del futuro. E’ comunque evidente che tra gli elettori molti potrebbero non identificarsi né nell’uno, nè nell’altro andando ad ingrossare il già forte astensionismo. Preso atto che non vi è stato nessun apparentamento, i tre candidati sindaci rimasti esclusi dalla competizione, Alberto Bergodi, Antonio Spica e Renato Cozzella, lasciano ai propri elettori libertà di voto. Si torna al voto in ordine sparso. Il ballottaggio, si sa è una partita nuova, tutta da giocare. Lo sfidante Crocicchi si presenta tuttavia con un consistente tesoretto del 40,98 per cento che costituisce sostanzialmente lo zoccolo duro degli elettori che si riconoscono nello schieramento di centrosinistra. Dall’altro lato Tondinelli – premiato dalle urne solo dal 27,30 per cento degli elettori – dovrebbe cercare di colmare il pesante gap ammiccando agli elettori tradizionalmente di centrodestra, schieramento, tuttavia, provato a Bracciano dalla spaccatura che si sarebbe consumata nella squadra dell’amministrazione con la presa di posizione del gruppo del vicesindaco uscente Luca Testini che si è impegnato con il candidato Spica e con l’uscita negli anni di numerosi amministratori tra cui Elena Felluca, Remigio Marini e Gianfranco Rinaldi che è passato nello schieramento opposto. C’è poi l’incognita del Movimento Cinque Stelle. Prevarrà in coloro che si riconoscono nel grllismo la componente di sinistra o quella di destra? In questo contesto anche l’astensione potrebbe acquistare una valenza politica. Si vota domenica 17 ottobre dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì 18 ottobre dalle 7 alle 15.

Graziarosa Villani