ARRIVA IL PRIMO VACCINO ANTI COVID PER GATTI

0
397
gatti

Prima sono stati incriminati come portatori del virus, poi abbiamo scoperto che possiamo essere noi a contagiarli. Adesso la ricerca fa un altro passo avanti.

a cura di Barbara e Cristina Civinini

vaccino gatti
Logo della Evvivax

Si è conclusa in questi giorni la prima fase di sperimentazione del vaccino anti Covid-19 per i gatti, realizzato dall’azienda italiana Evvivax e testato negli USA in collaborazione con l’azienda americana Applied DNA Sciences.
In tutti gli animali trattati abbiamo osservato la formazione di anticorpi neutralizzanti dopo una singola somministrazione di un DNA sintetico lineare e a fine aprile potremo vedere i risultati della seconda iniezione”, ha dichiarato all’ANSA Luigi Aurisicchio, amministratore delegato e direttore scientifico dell’azienda.

La Evvivax, il cui nome deriva da Engineered Veterinary Vectored Immunotherapy and Vaccines, spin-off della Takis Biotech, è impegnata da anni nello terapeutici veterinari contro il cancro basati su vettori virali e più di recente è passata allo sviluppo di vaccini contro le malattie zoonotiche incluso, appunto, quello contro il COVID-19 per animali domestici. Il risultato ottenuto nei gatti “è la prima vera dimostrazione di principio che un vaccino genetico contro il virus SarsCoV2 basato sulla tecnica sull’elettroporazione del DNA stimola la risposta immunitaria “, ha detto Aurisicchio all’ANSA.

La Evvivax studia il vaccini anti Covid per i gatti – Fonte: Evvivax

Il passo successivo è la sperimentazione sui visoni nei quali il virus SarsCoV2 si diffonde molto facilmente. La tecnologia sperimentata da Evvivax per i nostri piccoli felini è la stessa messa a punto dalla Takis per il vaccino destinato all’uomo. I ricercatori continueranno anche a monitorare i gatti vaccinati per quantificare la durata dell’immunizzazione, un dato che ancora non è chiaro neanche per l’uomo.

 

Colonia felina del castello di Santa Severa https://gliaristogatti.wordpress.com