ARIA NELLO STOMACO O NELLA PANCIA? TI SGONFIO IO!

0
38
gas

Mangiare male, di corsa, masticando velocemente, può portare ad introdurre con il cibo molta aria nel nostro tubo, si il tubo gastroenterico, formato dal nostro stomaco e dal nostro intestino.

Questa aria introdotta dall’esterno o la presenza di gas che si forma durante la digestione, a causa di fenomeni fermentativi e putrefattivi, sono causa di disagio perché creano fenomeni di eruttazione e/o fenomeni di meteorismo.

La cura classica normalmente prevede l’uso di sostanze digestive, di sostanze assorbenti come il carbone vegetale o l’uso di fermenti lattici. La nostra esperienza pero’ ci porta a dire che, grazie alla medicina omeopatica, esistono tre rimedi funzionali, e come tali curativi, capaci di risolvere la problematica.

Parliamo di Carbo vegetabilis, della China succirubra e del Lycopodium clavatum. Ma come usarli? Se il problema della presenza dell’aria è a livello dello stomaco si usa il Carbo vegetabilis. Se il problema è intestinale usiamo il Lycopodium clavatum. Se il disordine gassoso è invece generalizato usiamo la China succirubra.

Assumeremo due granuli (se il prodotto è della Cemon) o tre granuli (se il prodotto è della Boiron) dieci minuti prima dei tre pasti e al momento di coricarci. Chiederemo così al farmacista il prodotto che ci occorre in bassa diluizione. Faremo dei cicli di cura di tre settimane, ottenendo risultati insperati.

Ricordate sempre che nei fumatori i trattamenti omeopatici molto spesso sono deludenti. Provare per credere!

pressione bassa

Marco Tortorici
Esperto in omeopatia dal 1985
Farmacia Salvo D’Acquisto
Via della Stazione di Palidoro, 4.