Aranova vuole affacciarsi nel calcio che conta

0
435
Fino  a qualche anno fa era sconosciuta al calcio dilettante.

Oggi, si può dire, che Aranova ha una sua identità.   La squadra del comune di Fiumicino , orgoglio di una frazione  di 10 mila abitanti, disputa per il quarto anno  di fila il campionato di Promozione. E nel suo centro sportivo, inaugurato tre  anni fa , si parla di prospettive e programmi. Come quelli di arrivare in due anni in Eccellenza e l’ampliamento dell’impianto, due punti salienti annotati nell’agenda del presidente Andrea Schiavi, imprenditore nel settore dell’edilizia. “Ho iniziato a fare calcio ad Aranova quando non c’era nulla.  Un campo in terra, 10 bambini di scuola calcio e una prima squadra che viaggiava in Seconda categoria – ha esordito il presidente rossoblù-   oggi c’è una realtà ben diversa, a partire da una dirigenza strutturata, passando per un settore giovanile con oltre 200 atleti, per finire ad un impianto sportivo dotato di tre campi di calcio” Ma c’è ancora di più nei desideri di Schiavi. ” Trasformare tutto in una città dello sport – continua Schiavi-  mi sto adoperando per trovare pareri favorevoli anche da parte dell’amministrazione comunale.  Il progetto è serio, molto ambizioso.  Piscina, palestre, punti ristoro:  è un percorso non facile, ma ce la metteremo tutta per realizzare questo sogno. E’ un occasione per far crescere ulteriolmente questo territorio, considerando  che siamo a 20 minuti da Roma e a 10 dall’aereoporto di Fiumicino”. Domenica, intanto, ci sarà la prima di campionato. La squadra è stata presentata ai tifosi agli ordini del tecnico  Emiliano Bernardini, compagno di Francesco Totti nella Roma Primavera, e del giovane direttore sportivo Alessio Mursia. ” La squadra è stata allestita per un campionato da prime posizioni – ha raccontato Mursia – ci dispiace di non trovare il Fiumicino nello stesso girone. E’ un derby che ci  manca, sempre molto atteso da una cenerentola come la nostra”