Anfiteatro romano di Sutri, ” Il Sogno di Ipazia”

0
432

E con “Processo a Medea” chiudono Teatri di Pietra

Ultimi appuntamenti per Teatri di Pietra, rassegna di teatro, danza e musica in corso all’Anfiteatro romano di Sutri fino al 5 agosto. Domani, 3 agosto, protagonista Dante con l’omaggio al Sommo Poeta di Giuseppe Rescifina.

Mercoledì 4 agosto, invece, sarà in scena il Teatro Belli di Antonio Salines con Il Sogno di Ipazia, di Massimo Vincenzi per la regia di Carlo Emilio Lerici, con la voce fuori campo di Stefano Molinari e le musiche di Francesco Verdinelli con Francesca Bianco. Lo spettacolo, annullato il 16 luglio per maltempo, racconta l’ultimo giorno di Ipazia d’Alessandria, detta “la musa” o “la filosofa”. Dal suo risveglio al mattino, seguito dall’uscita di casa per recarsi alla sua scuola, sino all’aggressione e alla morte. La narrazione è intervallata dal ricordo di una delle imprese “disperate” tentate dalla protagonista: salvare la biblioteca di Alessandria. Impresa che diventa quali il simbolo della sua intera vita. A questo ricordo si alterna la voce sempre più veemente, e progressivamente più violenta, dell’autorità politica e religiosa, partendo dal primo editto di Teodosio del 380 d.c. per arrivare ai veri e propri anatemi del vescovo Cirillo.

Giovedì 5 agosto, infine, chiusura con Il Processo a Medea, del Teatro della Città, un monologo che ha a che fare con la giustizia e con il mito e sul perché, su Medea più che su altri personaggi del mito, si sia scritto e si continui a scrivere nei secoli in modo incessante. La storia di Medea sembra un baratro sul quale tutti continuiamo ad affacciarci inorriditi per arretrare subito dopo, cercando di cancellarlo.

La rassegna, alla XIX edizione, si svolge con la direzione artistica del Maestro Aurelio Gatti ed è a cura di Pentagono Produzioni, in collaborazione con il Comune di Sutri, il patrocinio del Ministero della Cultura Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Viterbo e per l’Etruria meridionale, la Regione Lazio, la Rete nazionale dei Teatri di Pietra e la Fondazione Carivit.

Inizio spettacoli: 21
INGRESSO REGOLATO DA NORMATIVA, PREVENZIONE E GESTIONE COVID 19

Ingresso 12 euro – Ridotto 10 euro: convenzionati/associazioni/studenti
Info & Prenotazioni: teatridipietra@gmail.com / whatsapp 351 907 2781

FB teatridipietra / teatridipietra.blogspot.it/

biglietti online: www.liveticket.it