Al Liceo Vian di Bracciano l’International Cosmic Day 2021

0
145
international cosmic day

Grande successo di partecipazione alla giornata dedicata ai raggi cosmici nell’ambito dell’International Cosmic Day 2021.

Lo scorso 10 novembre l’Aula Magna del liceo Vian ha visto riuniti gli studenti del Liceo con altri provenienti da alcuni Istituti del territorio (Liceo Pertini di Ladispoli, Liceo Galilei di Civitavecchia, Istituto Da Vinci di Maccarese), mentre altri ancora hanno potuto seguire l’evento in diretta streaming sul canale YouTube dell’Istituto.

La giornata è iniziata con il saluto di accoglienza del Dirigente Scolastico prof. Danilo Vicca, per poi procedere con le attività di studio e confronto sulla Fisica dei raggi cosmici e sulla storia della loro scoperta.

L’International Cosmic Day è un’iniziativa mondiale organizzata da alcuni dei laboratori leader nella ricerca della fisica delle particelle, tra cui il DESY (Deutsches Elektronen-SYnchrotron) in Germania e il Fermilab negli Stati Uniti e ha lo scopo di far incontrare studenti, insegnanti e ricercatori per scoprire e approfondire le proprietà e il significato delle informazioni che ci arrivano dall’universo attraverso i raggi cosmici. In Italia l’evento viene organizzato dall’INFN, nell’ambito del progetto OCRA (Outreach Cosmic Ray Activities).

Quest’anno il Liceo Vian è stato scelto come sede dell’evento grazie alla partnership con l’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) di Roma e con la base dell’Aeronautica Militare e del Museo Storico di Vigna di Valle, nell’ambito del progetto PARTICLE (Pacini rAy expeRimenT In bracCiano LakE), un progetto PCTO in cui gli studenti hanno replicato lo storico esperimento effettuato nel 1911 da Domenico Pacini, proprio nelle acque del lago di Bracciano e che contribuì in modo determinante alla scoperta dei raggi cosmici.

Nel corso della giornata studenti e docenti hanno seguito i seminari tenuti dai ricercatori dell’INFN Valerio Bocci, Claudia Tomei e Francesco Iacoangeli e collaborato alla raccolta dei dati relativi al flusso di raggi cosmici, utilizzando un rivelatore di nuova generazione (ArduSiPM) sviluppato da Valerio Bocci e collaboratori presso l’INFN di Roma.

Particolarmente coinvolgente è stato il collegamento con gli altri Istituti impegnati per l’International Cosmic Day. Oltre 40 Istituti superiori e universitari da circa 10 Paesi, tra cui Cina, Stati Uniti, India, Italia, Francia, Germania, Iran, in diretta via ZOOM hanno mostrato ed esposto le attività svolte per le locali edizioni dell’ICD, favorendo un proficuo scambio internazionale.

Le attività, tuttavia, non si sono concluse con l’evento del 10 novembre: i prossimi giorni vedranno gli studenti impegnati nell’analisi dei dati raccolti e nella predisposizione di una relazione sulle misure effettuate. I lavori prodotti saranno valutati dall’INFN e saranno selezionati due studenti che, insieme ad altri 30 provenienti da tutta Italia, avranno accesso allo stage nazionale OCRA, previsto presso i Laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN a maggio 2022. In quell’occasione sarà lanciato un pallone stratosferico attrezzato per la misurazione del flusso di particelle ionizzanti nell’alta atmosfera.

Il percorso nel quale è collocata la realizzazione dell’International Cosmic Day costituisce per gli studenti del Liceo Vian un’eccellente esperienza formativa e di ricerca ad alto livello nel campo della fisica sperimentale e un’importante opportunità di conoscenza del territorio; il progetto proseguirà anche nei prossimi anni grazie al supporto dell’INFN e dell’Aeronautica Militare.