Al Campo sportivo di Ladispoli arriva don Gianni Righetti al posto di don Giuseppe

0
1513

A tempo di record la Diocesi di Porto e Santa Rufina ha nominato il nuovo parroco della chiesa del Sacro Cuore
Con largo anticipo rispetto alle previsioni, la Diocesi di Porto e Santa Rufina ha provveduto alla nomina del nuovo parroco della chiesa del Sacro Cuore di Ladispoli. Sacerdote che sostituirà don Giuseppe Colaci, dallo scorso gennaio passato ad altro incarico alla cattedrale de La Storta. Il nuovo parroco della zona del quartiere Campo sportivo e Cerreto è una vecchia conoscenza del nostro territorio, don Gianni Righetti, già responsabile della chiesa di Palo Laziale in anni non lontani. L’annuncio ufficiale è arrivato da monsignor Gino Reali, vescovo della Diocesi di Porto e Santa Rufina, una notizia per certi aspetti poco sorprendente. Da tempo trapelava che la Curia non volesse tentare salti nel buio, troppo pesante l’eredità di don Colaci, amato dai fedeli che avevano anche avviato una raccolta di firme per chiedere al vescovo di non trasferirlo da Ladispoli. E’ stata effettuata così una scelta sicura, don Gianni Righetti è un volto noto per le comunità religiose della città, un religioso che ha sempre parlato in modo forte e chiaro nei momenti di difficoltà, pur vendo la capacità di non andare mai oltre le righe. I quartieri periferici di Campo sportivo e Cerreto sono realtà difficili, a livello sociale emergono da tempo problematiche complesse, sarà necessario un lavoro di cesello per continuare ad avvicinare le persone alla parrocchia come punto di riferimento fondamentale. Don Gianni appare la persona adatta, vanta un curriculum interessante pur essendo relativamente giovane. Nato a Verona nel 1957, è stato ordinato sacerdote nella cattedrale dei Sacri Cuori di Gesù e Maria nel 1988. Nominato Cappellano di sua santità nel 2004, monsignor Righetti è membro del consiglio presbiterale. Il sacerdote conosce bene il litorale. I suoi impegni accanto ai vescovi diocesani gli hanno permesso di toccare con mano le risorse e le difficoltà del territorio. Anche perché con il suo ultimo incarico come parroco di Palidoro ha mantenuto sempre uno stretto contatto con la vicina città di Ladispoli. A don Gianni tanti auguri di buon lavoro dalla redazione de L’Ortica.