A che serve pulire le caditoie a Ladispoli se nessuno raccoglie foglie e detriti?

0
682

Una pioggia di mail e telefonate alla nostra redazione. Da parte di abitanti di Ladispoli che chiedono spiegazioni dopo l’avvio delle opere di pulizia delle caditoie e dei tombini delle fogne, effettuati dalla Flavia Acque. Se da un lato infatti i cittadini salutano con favore e plauso l’intervento degli operai della municipalizzata del comune, dall’altro sono perplessi per la mancanza di tempestività da parte della ditta privata appaltatrice del servizio di nettezza urbana. Accade infatti che molte strade, soprattutto del centro di Ladispoli, siano da settimane coperte di foglie che si ammassano ai lati dei marciapiedi ed in prossimità dei tombini. Rischiando dunque di vanificare il lavoro della Flavia Acque. In questi giorni sono rimasti sul selciato anche i detriti e la sporcizia aspirata dalle caditoie senza che la ditta incaricata si degnasse di farli raccogliere. I residenti chiedono all’amministrazione comunale a cosa serva l’ottimo lavoro della Flavia Acque se poi la ditta profumatamente pagata con la Tari dai contribuenti di Ladispoli non raccoglie dal selciato tutta questa massa di foglie e spazzatura. Detriti che se intasassero i tombini potrebbero provocare allagamenti ed esondazioni. Le foto sono state scattate oggi pomeriggio in via Palermo, nel tratto che collega via Venezia a viale Italia.

(foto servizio di Felicia Caggianelli)