“Al Chiasso Football Club non sono abituati alle trattative alla luce del sole”

0
1306

“La Sport Man Procuratori Sportivi esiste da 20 anni, opera nel calcio a livello internazionale, non ha bisogno di spot autopromozionali. Prendiamo atto che i dirigenti del Chiasso Football Club non intendono dare corpo alla trattativa per l’acquisizione delle quote societarie da parte di un imprenditore italiano che aveva deciso di investire sostanziosi capitali nel calcio svizzero. Li invitiamo però a non diffondere notizie diffamatorie”.
E’ furioso il manager internazionale Alessio Sundas, che nel ruolo di mediatore, aveva inviato una proposta ufficiale ai dirigenti del club elvetico con cui aveva avuto un fitto scambio di messaggi nei giorni scorsi.
“Il Chiasso Football Club – prosegue Sundas – è libero di non concretizzare la trattativa, rispettiamo ma non comprendiamo questa improvvisa retromarcia. Saremmo curiosi di sapere perchè il Chiasso Football Club chiude la porta ad un progetto di crescita. Su un punto però non ammettiamo equivoci, la nota stampa dei dirigenti svizzeri è irrispettosa del lavoro della nostra azienda, siamo stati accusati di diffondere notizie false per mera ricerca della pubblicità, è una fandonia che respingiamo al mittente in modo sdegnato. I dirigenti del Chiasso Football Club hanno offeso non solo il manager Sundas, bensì tutta la struttura della Sport Man che opera nel calcio da tanto tempo e merita rispetto. Il vero problema è che i dirigenti del calcio, evidentemente anche quelli elvetici, non sono abituati alle trattative alla luce del sole, preferiscono gli accordi nelle stanze chiuse. Il nostro modo di operare non cambierà, volevamo in modo trasparente rilanciare il Chiasso Football Club nella Prima Divisione elvetica e realizzare progetti per la creazione di un forte vivaio giovanile. Progetti chiari che non sono un mistero da nascondere ai tifosi ed ai mass media. Per la Sport Man la vicenda finisce qui, ritiriamo la nostra proposta, prendiamo atto che il Chiasso Football Club ha dirigenti che cambiano idea in pochi giorni. La nostra filosofia non muta, avvieremo sempre e solo trattative alla luce del sole. Volevamo lavorare per riportare il Chiasso Football Club nella Prima Divisione elvetica da dove manca da un quarto di secolo, non ce lo hanno permesso”.