Sundas si schiera con i tifosi dell’Unione Sportiva Arezzo: “Chi contesta ha ragione ad essere stufo della situazione. Se ci ricevono siamo pronti ad intervenire anche subito”

0
291
L'agente Alessio Sundas

“Davanti agli incresciosi fatti delle ultime ore, sentiamo il dovere di intervenire ancora una volta per profondo senso di rispetto nei confronti dei tifosi dell’Unione Sportiva Arezzo che sono comprensibilmente stufi di questo valzer di dirigenti che vanno e vengono mentre il club rischia di essere cancellato dalla Serie C”.

A parlare è il manager Alessio Sundas, responsabile dell’agenzia Sport Man Procuratori Sportivi, che nelle vesti di mediatore per un noto operatore economico, più volte nelle ultime settimane aveva bussato alla porta della società amaranto per chiedere un incontro ufficiale e proporre numerose soluzioni per il salvataggio dell’Arezzo che domani rischia la messa in mora da parte dei calciatori per il mancato pagamento degli stipendi.

“Leggiamo dalle agenzia di stampa – prosegue Sundas – che i tifosi amaranto sono in rivolta e hanno contestato allo stadio durante la conferenza stampa del presidente del consorzio Neos che ieri aveva annunciato di aver rilevato il 99% della società. Premesso che ogni manifestazione di dissenso deve essere civile, comprendiamo la rabbia dei tifosi amaranto che stanno vedendo scivolare la loro amata squadra nel baratro mentre assistiamo all’andirivieni di sedicenti presidenti, realtà economiche fantasma, tante belle parole ma nessuno che apre il portafoglio e paga i debiti. La Sport Man pochi mesi fa si era presentata con i soldi in mano, avevamo pronti sponsor e progetti di rilancio economico, invece stiamo stati esclusi da ogni ipotesi di trattativa. I tifosi dell’Arezzo debbono sapere la verità, senza dare ascolto a personaggi che si sentono i padroni della loro squadra ma non sborsano un euro. Siamo a poche ore dalla probabile morte sportiva dell’Unione Sportiva Arezzo, la Sport Man torna a ribadire anche in questo momento di caos di essere pronta ad intervenire, chiediamo  un incontro per verificare l’ipotesi della cessione del pacchetto di maggioranza ad un imprenditore toscano intenzionato ad investire capitali freschi nel calcio italiano.

La Sport Man di recente aveva segnalato come quelle in corso fossero trattative destinate a naufragare, le dichiarazioni di alcuni dirigenti in queste ore confermano che purtroppo avevamo ragione.  Da tempo il nostro intento – continua il manager Sundas – è sempre lo stesso, vogliamo proporre progetti seri e tangibili per rilanciare una delle più antiche e gloriose società calcistiche toscane che da troppo tempo manca dai palcoscenici che contano. Inoltre, il nostro progetto prevede il potenziamento del settore giovanile, vorremmo creare all’interno dell’Arezzo il Vivaio Nazionale per formare i futuri campioni che indosseranno la maglia Azzurra”.