La vergogna del Campionato

0
184

Serie A tra la migliore e meritatamente prima, la Juventus (nonostante sia fortemente danneggiata) e la Roma, seconda solo perché sfacciatamente aiutata

di Ugo Russo

Non c’é giornata, o quasi, in cui non si debba parlare dei “favori” che hanno portato la Roma ad essere seconda nel massimo torneo, al posto del Napoli, che lo meriterebbe in assoluto, o della Lazio, o dell’Atalanta o di chissà quante altre squadre che dovrebbero essere davanti ai giallorossi perché giocano meglio. Contro i bergamaschi, nell’ultimo turno, gli abili tifosissimi della Roma messi a condurre le varie trasmissioni televisive o radiofoniche o a scrivere pure su prestigiosi quotidiani non hanno minimamente menzionato che Dzeko ha pareggiato in posizione di fuorigioco il gol del vantaggio degli orobici, ma hanno solo segnalato “l’ennesimo assist di Salah per il bosniaco”! Nascondendo  la verità come hanno sempre fatto fino ad ora.

Spesso sono così i gol di Dzeko, tra spinte, fuorigioco, e clamorosi regali delle difese avversarie. Non sono solo i troppi rigori dati (metà dei quali regalati), i tanti negati agli avversari, ma un pò tutto. E quello con la formazione di Gasperini é solo l’ultimo episodio di una lunghissima serie. Addirittura qualcuno, sperando che i bianconeri perdano forze fisiche in Champions, ha ancora parlato di scudetto giallorosso ancora possibile: ma quando ne hanno mai sentito il profumo?

Tempo fa pubblicai tutti i favori arbitrali, e non solo, avuti dai giallorossi (in genere si dovrebbero equilibrare a fine campionato con i torti, cosa questa non avvenuta e per tre tornei la Roma dovrebbe avere tutto contro per pareggiare le cose…), ma vanno continuamente aggiornati e tra tutto quello negato alla Juventus, che avrebbe dovuto già vincere lo scudetto quasi matematicamente ma ci arriveremo, e quello regalato alla Roma tra le due dovrebbero esserci altri 20 punti di divario.

Non é certo colpa della squadra capitolina, lo ripetiamo, ed é logico che si prenda tutti questi regali (se glieli porgono su un piatto d’argento) ma siamo arrivati al punto che già il giovedì, al momento della conoscenza pubblica delle designazioni arbitrali, si può immaginare quale potrà essere il risultato della Roma. E visto che, a rotazione, le affidano quasi sempre gli stessi é facile dedurre.

Giacomelli, quello di Roma-Atalanta, aveva già favorito l’undici di Spalletti (vi ricordate, ad esempio, la scandalosa Roma-Sampdoria?) ma, vista la forza deli atalantini più del gol del pareggio non si poteva; ma sbagliano anche segnalinee, quarto uomo, addizionali e sempre in una direzione. Ma perché? Ripeto, non sono in malafede, errare é umano ma cercate di sbagliare distribuendo favori e sfavori.

E poi é sembrata quantomeno strana l’ammonizione di Gomez, l’uomo migliore dell’Atalanta , nella partita precedente: diffidato el “papu” non ha potuto giocare all’Olimpico. Con lui in campo, nel primo tempo stradominato da Petagna e compagni, i nerazzurri potevano fare altri due gol! Ammonito ma non tanto per un errore dell’arbitro quanto per una sua entrata dura e inutile su un avversario: cosa voleva fare, saltare la Roma e farsi trovare prontissimo contro la Juventus?

Già, la Juventus contro cui giocano tutti in maniera accanita, da fabbri randellatori, e oltre qualsiasi limite di regolamento (voglio vedere, ad esempio, il Bologna troppo morbido contro la Roma -anche qui, comunque, é stato segnalato un offside inesistente a Destro, solo davanti a Szczesny, che avrebbe potuto riaprire la partita- se nell’ultima giornata contro i bianconeri sarà assente per lunghi tratti e farà gli stessi errori difensivi che ha fatto contro i capitolini).

La Juventus non doveva accettare l’arbitraggio di Di Bello, che già si era mostrato sempre in confusione nel dirigere, favorendola sfacciatamente, la Roma, con l’Udinese, con  il Sassuolo e con l’Inter come addizionale. Muntari, dopo l’ammonizione, ha fatto due falli da rosso diretto, sempre su Dybala, e non é stato più ammonito. Sull’ultimo fallaccio, ben oltre il consentito, ha azzoppato l’argentino e se questi non potrà giocare con il Barcellona o se la Juventus lo avrà perso per un certo periodo ci alzeremo in piedi ad applaudire Muntari e Di Bello: vergogna! Dopo i disastri che ha combinato in questo campionato il fischietto brindisino dovrebbe essere fermato per un anno. E c’era pure almeno un rigore per la Juventus (fallo su Higuain, se non pure quello su Sturaro). Juventus prima con tre rigori soli a favore, ma ce n’erano almeno altri dieci!

Abbiamo scritto che, con quello che sta succedendo e con quello che vediamo in tutte le giornate di campionato, ci poteva essere anche il rischio che si volesse regalare questo scudetto alla Roma. Ancora qualche dubbio c’é ma speriamo che la Juventus, più forte di tutto e di tutti, sebbene non si lamenti mai (MALE!!!), riesca a far suo quest’altro STRAMERITATO sesto triangolino tricolore consecutivo. Perché, poi, visto che mercoledì c’é Barcellona-Juventus, domenica é prevista Juventus-Genoa e lunedì Pescara-Roma e non il contrario? E perché Zeman ha dichiarato: “Speriamo di far punti, a parte la partita con la Roma nelle altre, per lasciare l’ultimo posto in classifica”? Si ricordi il tecnico boemo che pure gli abruzzesi all’andata all’Olimpico, guidati da Oddo, dopo aver regalato i primi due gol ai giallorossi, scansandosi, hanno dominato l’incontro ed é sembrata una bestemmia la loro sconfitta per 3-2.

Ultima cosa:  sembrerebbe che sulla nuova manovrina, sugli aumenti che ci saranno sarebbero previsti anche fondi destinati al nuovo stadio della Roma. Se così veramente fosse, sarebbe ok se riguardasse anche la volontà di tutte le società che vogliono farsi un impianto sportivo di costruirselo, altrimenti ci sarà senz’altro una rivoluzione perché anche questo sarebbe vergognoso.

 

LASCIA UN COMMENTO