GLI AMICI DEGLI ARISTOGATTI

0
240

a cura di Barbara e Cristina Civinini*

NESSUNA EMOZIONE

Il 10 dicembre, nella Capitale a piazza del Popolo, Animal Equality Italia ha organizzato una grossa manifestazione in difesa dei diritti animali. Nello stesso giorno, 69 anni fa, il 10 dicembre 1948, veniva firmata la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, ed è proprio per questo che il movimento ha scelto questa data per celebrare la Giornata Internazionale dei Diritti Animali, rivendicando anche per loro il diritto alla dignità. Una rivendicazione oggi più che mai appropriata. Basta pensare che nel Regno Unito, per il popolo a quattro zampe è arriva l’ora della fine dei diritti. Dopo la Brexit il parlamento britannico, infatti, ha votato contro l’inclusione della sensibilità animale nell’European Union Bill, la legge di recesso dall’Unione, che stabilisce quali normative europee mantenere e quali no, sostenendo che gli animali non sono capaci di provare “dolore o emozioni”. La decisone è stata fortemente criticata dagli animalisti, ma invano. La proposta della parlamentare Verde Caroline Lucas, che avrebbe dovuto garantire il loro diritto alla senzienza, è stata cassata con 313 voti sfavorevoli contro 295 a favore. Un passo indietro scioccante per i diritti degli animali, ha commentato a caldo, David Bowles, direttore della RSPCA, la Protezione Animali britannica. Anche il presidente della British Veterinary Association, Gudrun Ravtez, l’ha considerata un fatto estremamente grave. Per gli animali UK, dunque, dietro l’angolo si prospetta un periodo moto difficile. L’80% delle normative di tutela,infatti, proviene dall’Unione Europea. Dal 2019 saranno protetti unicamente gli animali da affezione.

 

FONTE LAV
FONTE LAV

PROTEZIONE CIVILE ANIMALE

Alla Camera dei Deputati, nella sala Nilde Iotti, le associazioni animaliste hanno discusso sulla necessità di mettere a disposizione delle famiglie italiane un servizio di Protezione Civile per gli animali, forti anche dei recenti eventi calamitosi che le hanno viste impegnate in prima fila a prestare  soccorso. Animalisti Italiani, ENPA, LAV, Lega Nazionale Del Cane, Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, OIPA chiedono che durante l’esame dello schema di decreto legislativo sulla Protezione Civile da parte della Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del prossimo 6 dicembre, sia contemplato esplicitamente il soccorso, l’assistenza e la tutela degli animali. Inoltre, come sostiene la LIDAA, sarebbe opportuno istituire un coordinamento che provveda alla formazione dei volontari e che coinvolga non solo l’associazionismo animalista, ma anche i medici veterinari, che potrebbero rappresentare una grande risorsa di supporto per i territori colpiti da calamità.

 

Fonte LAV
Fonte LAV

UN’AMICIZIA CHE FA BENE

Proprio come Thomas Mann, i nostri nonni tengono molto all’amicizia con fido e miao. Un legame importante che, secondo l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI) – analisi alla mano – è anche salutare. Se n’è discusso, proprio nei giorni scorsi, al CosmoSenior 2017 di Rimini.

Fonte: Senior Italia Federanziani, Rapporto Over 65
Fonte: Senior Italia Federanziani, Rapporto Over 65

Il rapporto Over 65 e animali da compagnia, fatto in collaborazione con Senior Italia Federanziani, ha studiato tendenze e comportamenti di oltre due milioni di anziani che vivono con un animale d’affezione (il 39% degli over 65). L’83% del campione intervistato, equamente distribuito fra Nord, Centro e Sud Italia, è favorevole alla visita degli animali ai ricoverati in ospedale o residenze per anziani.

L’importanza della compagnia del pet – Fonte: Senior Italia Federanziani, Rapporto Over 65
L’importanza della compagnia del pet – Fonte: Senior Italia Federanziani, Rapporto Over 65

Cresce il numero dei senior che porta il proprio animale in vacanza con sé: il 44%, contro il 38% del 2015. Per il 93% degli anziani la compagnia di un animale d’affezione è “importante”, perché contribuisce alla qualità della loro vita quotidiana, incoraggiando comportamenti salutari: socialità, affettività, benessere psico-fisico, spinta motivazionale, attività cognitivo-motoria.

Modalità di possesso dell’animale – Fonte: Senior Italia Federanziani, Rapporto Over 65
Modalità di possesso dell’animale – Fonte: Senior Italia Federanziani, Rapporto Over 65

Proprio per questo Federanziani e ANMVI continuano a chiedere la riduzione della pressione fiscale che grava sul possesso di un cane o di un gatto, e la promozione delle adozioni pet.

 

 

 

Logo Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Logo Lega Nazionale per la Difesa del Cane

GLI INVISIBILI DEL TERZO SETTORE

L’ultima frontiera degli animalisti s’infrange sul Terzo settore, una realtà sociale, economica e culturale in continua evoluzione. Siamo considerati degli invisibili, scrive nella sua lettera aperta ai Presidenti di Camera e Senato la responsabile della Lega Nazionale Difesa del Cane (LNDC), Piera Rosati. Nel nuovo Codice di settore (decreto legislativo 117/2017), varato di recente, infatti, gli animali non sono contemplati. Manca completamente ogni riferimento all’associazionismo “animalista”. Dunque non abbiamo diritto di cittadinanza, commenta amaramente Rosati. Ma esistiamo per i cittadini, che ci affiancano nelle nostre battaglie, prosegue. Milioni di cittadini sono più evoluti rispetto all’arretratezza culturale con cui l’Esecutivo tratta come residuale e marginale l’attività di decine di migliaia di uomini e donne che sostengono direttamente la cultura del rispetto e del benessere animale. La LNDC, dunque, chiede che la legge smetta di precludere al volontariato animalista il pieno riconoscimento che gli spetta per l’alto valore civile e costituzionale della propria attività di protezionismo verso la comunità.

 

* ENPA Santa Marinella

Colonia felina del castello di Santa Severa

https://gliaristogatti.wordpress.com/

FB Gli Aristogatti di Santa Severa

santamarinella@enpa.org

 

 

LASCIA UN COMMENTO