“Abbiamo il desiderio di far rinascere Cerveteri”

0
361

Intervista con l’avvocato Anna Lisa Belardinelli, candidato a sindaco di Fratelli d’Italia e liste civiche di Centro destra
Ha avuto il doppio merito di riunire buona parte del Centro destra di Cerveteri e di far alleare due politici da anni avversari come gli ex sindaci Lamberto Ramazzotti e Guido Rossi. A scendere in campo alle elezioni comunali dell’11 giugno c’è Anna Lisa Belardinelli, giovane avvocato molto conosciuta a Cerveteri, che guiderà una coalizione di Centro destra con Fratelli d’Italia ed il supporto di alcune liste civiche. Uno schieramento agguerrito che, senza mezzi termini, punta al ballottaggio per conquistare la guida dell’amministrazione comunale.

Avvocato, cosa l’ha spinta a candidarsi a sindaco di Cerveteri?

“Le ragioni che mi hanno spinto a candidarmi sono principalmente ragioni di cuore:

la volontà di fare qualcosa di positivo per Cerveteri, il paese in cui vivo da sempre,

lavoro, trascorro la maggior parte del mio tempo libero e in cui immagino crescerà

mio figlio. E’ sotto gli occhi di tutti la necessità che Cerveteri rinasca, che i cittadini

riacquistino la propria dignità, che il nostro territorio con il suo immenso potenziale

risorga dallo stato di degrado in cui versa ormai da troppi anni. Sono convinta di

poter dare un valore aggiunto come professionista e guida di un’amministrazione di

valore”.

Quali sono i punti cardine del suo programma elettorale?

“Per Cerveteri c’è molto da fare e non si può improvvisare, il mio programma sarà

costruito e alimentato giorno per giorno anche sulla base del confronto con tutte le

realtà civili e associazionistiche locali. Posso anticipare qualche punto:

Scuole: in emergenza va migliorata la vivibilità scolastica con interventi adeguati

su tutto il patrimonio immobiliare esistente, subito dopo bisogna lavorare sulla

programmazione per risolvere il problema della carenza di aule.

Sociale: realizzare interventi seri e tangibili per famiglie disagiate e disabili

garantendo sì assistenza, ma anche svaghi e partecipazione concreta e reale alla vita

collettiva

Attività produttive e commerciali. Valorizzare il centro storico per favorire

l’apertura di attività caratteristiche del territorio: vendita di prodotti tipici, botteghe

di artigiani, attività per la promozione della gastronomia locale. È inoltre necessario

favorire l’aggregazione di piccole e medie imprese. Valorizzare la produzione

agroalimentare di qualità e quindi l’attività degli agricoltori e allevatori locali.

Turismo, per rilanciare l’economia, occorre ripensare lo sviluppo del territorio in

sinergia con gli Enti preposti e con un costante rapporto con gli operatori del

settore, tutelando e valorizzando il patrimonio archeologico ed ambientale, con la

creazione di percorsi enogastronomici e storico ambientali, anche attraverso il

sostegno alle organizzazioni di volontariato che negli ultimi anni hanno sopperito

ad evidenti mancanze amministrative.

Cultura, favorire le iniziative di singoli cittadini, delle associazioni e dei Rioni

attraverso la promozioni di eventi di qualità e, laddove possibile, la realizzazione di

strutture idonee preposte in maniera stabile a questa funzione, superando così la

stagionalità degli eventi che non dovranno concentrarsi solo nel periodo estivo.

Realizzare, in sinergia con gli istituti scolastici, programmi ed iniziative per la

conoscenza del nostro territorio.

Urbanistica Prenderemo in considerazione una definitiva sistemazione delle

zone rurali molto compromesse attuando la Legge dei Piani di Recupero, portando a

compimento i progetti delle precedenti amministrazioni giacenti nei cassetti del

Comune. Inoltre rivisiteremo tutto ciò che troveremo in itinere per intervenire ove

lo riterremo necessario e rispondente all’interesse dei cittadini. Viabilità. La priorità è mettere in sicurezza le strade del territorio con

rifacimento del manto stradale, poi ovviamente si lavorerà sulla programmazione.

Legalità e trasparenza. I cittadini chiedono alla Pubblica Amministrazione di

essere garante del rispetto delle regole e trasparente negli atti amministrativi. Negli

anni questa richiesta si è fortemente rafforzata e non può essere assolutamente

elusa. Una mia priorità è quella di approfondire la gestione della raccolta

differenziata e organizzare incontri con i cittadini molto più chiari ed esplicativi di

quelli fattisi fino ad ora. Altra urgenza è sicuramente quella di rivisitare gli Uffici

comunali con particolare attenzione al Corpo di Polizia Locale e al Servizio di

Protezione Civile”.

Come è riuscita a mettere d’accordo due avversari politici storici come Ramazzotti e Rossi?

“Lamberto Ramazzotti e Guido Rossi è vero sono stati due avversari politici storici,

però ad oggi sono stati gli unici due politici, che con grande senso di responsabilità

e maturità politica hanno dato a me, e al gruppo locale di Fratelli d’Italia, la

disponibilità ad ascoltarci, a riunirci intorno ad un tavolo per approfondire il nostro

progetto e, devo dire, sin da subito lo hanno condiviso con grande entusiasmo e

passione, comprendendo che era necessario fare “un passo indietro” per far tornare

il buon governo a Cerveteri. Mi rendo conto che da fuori può sembrare che io abbia

compiuto una missione incredibile, ma quando si decide di portare avanti un

progetto come il nostro, di condividere gli stessi valori e di avere come obiettivo il

bene comune, vuol dire che si guarda tutti nella stessa direzione e tutto diventa

molto semplice. Il nostro è un gruppo fortemente motivato con una gran voglia di

fare e ciò che ci tiene uniti, oltre alla condivisione di un programma politico

ovviamente, è il desiderio di far rinascere Cerveteri, di far tornare la politica del

fare per la gente e in mezzo alla gente”.

Con chi pensa eventualmente di doversi sfidare al ballottaggio?

“L’obiettivo della mia coalizione è vincere per dare risposte concrete ai bisogni della

collettività e stiamo lavorando sodo per raggiungerlo, anche attraverso l’ascolto e il

confronto con i cittadini, quindi al momento non abbiamo fatto alcuna previsione”.

LASCIA UN COMMENTO